menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Controlli della guardia di finanza con unità cinofile antidroga

Le persone alle quali è stata sequestrata la sostanza stupefacente - occultata sulla persona, in scomparti dell’autovettura o in bagagli - sono risultati di un’età per lo più compresa tra i 22 e i 26 anni

Il comando provinciale della guardia di finanza di Catania, nell’ambito delle attività di contrasto ai traffici illeciti realizzati con trasporto ferroviario e aeroportuale, ha intensificato i servizi di controllo anche con l’impiego di unità cinofile antidroga. Nel corso di oltre 30 interventi le fiamme gialle etnee hanno verbalizzato 24 persone per “uso personale di sostanze stupefacenti illegali”, con conseguente sequestro amministrativo di complessive 190 dosi di droga (hashish, marijuana e cocaina) e segnalazione dei responsabili alla locale Prefettura.

Le persone alle quali è stata sequestrata la sostanza stupefacente - occultata sulla persona, in scomparti dell’autovettura o in bagagli - sono risultati di un’età per lo più compresa tra i 22 e i 26 anni. Nel territorio cittadino le pattuglie hanno controllato le vetture in transito nella zona più centrale del capoluogo etneo e in quella della Plaja, nell’area di viale Kennedy, soprattutto nei momenti di maggiore afflusso (la sera e nei fine settimana).

Per quanto riguarda gli interventi in aeroporto, i passeggeri nei cui confronti sono stati effettuati i sequestri, selezionati grazie al fiuto dei cani, provenivano prevalentemente dall’Olanda o dalla Turchia - le cui tratte continuano ad essere quelle a maggior rischio - e, per quanto riguarda i voli nazionali, da Napoli, Roma e Milano. Alcune dosi di droga, sempre grazie all’attività delle unità cinofile, sono state scoperte anche nell’area di smistamento dei bagagli da stiva e in quella di transito dei pacchi postali, contenute all’interno di piccoli involucri e in buste di corrispondenza.

In tali casi, al fermo del bagaglio e dei colli spediti, sono immediatamente seguiti accertamenti nei confronti dei relativi viaggiatori e dei destinatari dei plichi. Inoltre, presso i Terminal bus di Catania (via Archimede e via D’Amico) i controlli effettuati dalle unità cinofile nei confronti dei viaggiatori provenienti sia da linee regionali che extra-regionali hanno consentito di sequestrare sostanze stupefacenti occultate tra i bagagli trasportati al seguito.

Il comando provinciale di Catania dispone, oltre che di unità cinofile antidroga, anche di quelle specializzate nella ricerca di persone scomparse in superficie, in valanghe e macerie, dislocate presso la Stazione di Soccorso Alpino della Guardia di Finanza di Nicolosi.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Benessere

I 5 DPI più efficaci per contrastare il Covid-19

Attualità

McDonald’s, l’iniziativa "Sempre aperti a donare" arriva a Catania

Utenze

Rettifica della bolletta luce e gas: come richiederla

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CataniaToday è in caricamento