Controlli in Aeroporto, arrestato 26enne ivoriano con documenti falsi

Venerdì scorso gli Agenti della Polizia di Frontiera di stanza presso l’aeroporto di Catania hanno arrestato un ventiseienne ivoriano, intercettato intorno alle ore 15.00, da una delle pattuglie della Polaria durante i controlli preventivi dei passeggeri diretti presso l’aeroporto di Malta

Ancora controlli presso l'Aeroporto di Catania a seguito dei noti fatti accaduti in Francia lo scorso 13 novembre. Venerdì scorso gli Agenti della Polizia di Frontiera di stanza presso l’aeroporto di Catania hanno arrestato un ventiseienne ivoriano, intercettato intorno alle ore 15.00, da una delle pattuglie della Polaria durante i controlli preventivi dei passeggeri diretti presso l’aeroporto di Malta.

Il cittadino extracomunitario che in un primo momento esibiva un titolo di viaggio per stranieri in corso di validità, ma non sufficiente da solo a permettere l’espatrio, alle contestazioni degli operatori della Polaria rispondeva con atteggiamento riottoso al punto da indurre gli Agenti, insospettiti dal comportamento dello straniero a procedere all’accompagnamento in Ufficio, dove a seguito di controlli più approfonditi, venivano rinvenuti, all’interno dello zaino, ben celati, altri documenti tra i quali un permesso di soggiorno e una carta d’identità italiana rilasciata da un comune calabrese, tutti riportanti la foto dell'uomo.

Alcuni particolari dei documenti non sfuggivano all’occhio attento degli operatori di polizia, esperti in falso documentale, i quali dall’immediata analisi scientifica, eseguita tramite le idonee apparecchiature in dotazione all’Ufficio, avevano conferma dell’alterazione del permesso di soggiorno risultato poi, intestato ad un cittadino extracomunitario residente in provincia di Macerata.

Per tali motivi l'uomo è stato dichiarato in arresto in flagranza di reato e messo a disposizione dell’Autorità Giudiziaria. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, 1587 nuovi casi in Sicilia: a Catania +469

  • Raid punitivo per un commento su "Tik Tok": denunciate quattro donne

  • Covid, nuova ordinanza regionale: ecco le restrizioni

  • Coronavirus, Musumeci: "Allarme contagi da Palermo, Catania e Messina"

  • Massacrarono di botte un 54enne dopo averlo investito, in carcere due catanesi

  • Le misure restrittive fino al 31 gennaio per le "zone rosse" della provincia etnea

Torna su
CataniaToday è in caricamento