Cronaca

Lavoro sommerso, controlli a Bronte: scattano denunce e sanzioni

I militari hanno ispezionato un’azienda in contrada Pietralonga del comune di Bronte, denunciandone la 35enne rappresentante legale per la mancata istituzione del documento di valutazione dei rischi e per la presenza di lavoratori in nero

Nel quadro delle attività disposte dal comando provinciale dei carabinieri per il contrasto a fenomeni di illegalità nel mondo del lavoro, i militari della stazione di Maletto, insieme ai colleghi del nucleo Ispettorato del Lavoro di Catania, hanno effettuato il controllo di alcune aziende agricole insistenti su quel territorio. In particolare, tra le altre, i militari hanno ispezionato un’azienda in contrada Pietralonga del comune di Bronte, denunciandone la 35enne rappresentante legale per la mancata istituzione del documento di valutazione dei rischi. Nel corso dell’ispezione, inoltre, i militari hanno proceduto al controllo di 27 lavoratori riscontrando l’attività “in nero” per 5 di essi, mentre per altri 17 la ritardata trasmissione della comunicazione di assunzione, elevando così le relative sanzioni amministrative per una somma complessiva di quasi 12 mila euro, nonché hanno recuperato 5500 euro di contributi previdenziali ed assistenziali.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lavoro sommerso, controlli a Bronte: scattano denunce e sanzioni

CataniaToday è in caricamento