rotate-mobile
Lunedì, 24 Gennaio 2022
Cronaca

Lotta al lavoro nero, elevate sanzioni amministrative per quasi 50mila euro

I carabinieri del nucleo ispettorato del Lavoro e del comando provinciale di Catania hanno proseguito nei controlli aziendali a Catania e provincia: contestate sanzioni amministrative per complessivi 49.900 euro, 23 ammende pari a 103.300 euro recuperate 20.730 euro di contributi Inps

I carabinieri del nucleo ispettorato del Lavoro e del comando provinciale di Catania hanno proseguito nei controlli aziendali a Catania e provincia. Nell’ambito di questi servizi finalizzati al contrasto del lavoro “nero”,  sono state controllate varie aziende fra edilizia, ristorazione e commercio: 5 a Catania, 1 a Caltagirone, 2 a Belpasso, 1 a San Giovanni La Punta.

I carabinieri hanno trovato complessivamente 9 lavoratori non assunti ed 1 irregolare, sospendendo l’attività  a 3 imprese edili, 1 a Caltagirone e 2 a Belpasso per avere impiegato in nero la prima, 3 lavoratori su tre presenti, la seconda 1 lavoratore su tre presenti, la terza un lavoratore su tre presenti.

I commercianti sospesi hanno ottemperato alle prescrizioni ed hanno regolarizzato i dipendenti in nero, versando nell’immediato sanzioni aggiuntive per un totale di 7.800 euro, e dovranno comunque versare i contributi previdenziali e assistenziali obbligatori non corrisposti ai 9 lavoratori, oltre a corrispondere una maxi sanzione di 4.000 euro per ogni lavoratore “in nero”.

Sono inoltre stati scoperti altri due lavoratori in nero ed uno irregolare, che però essendo al di sotto del 20% della forza lavoro non ha fatto scattare la sospensione. Contestate sanzioni amministrative per complessivi 49.900 euro, 23 ammende pari a 103.300 euro recuperate 20.730 euro di contributi INPS.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lotta al lavoro nero, elevate sanzioni amministrative per quasi 50mila euro

CataniaToday è in caricamento