Controlli a tutto spiano contro il lavoro nero in provincia di Catania

Negli ultimi dieci giorni sono state controllate 14 ditte e verificate 31 posizioni lavorative, scoperti 12 lavoratori in nero su 19 presenti in sei diverse società che sono state sottoposte alla sospensione dell'attività imprenditoriale

Continuano a ritmo serrato i controlli in edilizia in provincia di Catania, messi in atto dai carabinieri. Negli ultimi dieci giorni sono state controllate 14 ditte e verificate 31 posizioni lavorative, scoperti 12 lavoratori in nero su 19 presenti in sei diverse società che sono state sottoposte alla sospensione dell’attività imprenditoriale e multate di 1950 euro ciascuna più maxi sanzione di 4000 euro per singolo lavoratore. Sono stati  scoperti anche 5 irregolari, con contratti non corrispondenti ai contratti nazionali di lavoro, contestate sanzioni amministrative per 125.400 euro,  elevate 11 ammende per 109.381 euro e recuperati contributi e premi assistenziali per 292.000euro.

Nel corso delle operazioni i militari hanno controllato un primo cantiere edile, a Paternò, in cui è stata rilevata la mancata sorveglianza sanitaria e la mancata formazione dei lavoratori, insieme alla mancanza dei parapetti nel ponteggio e di idonei locali igienico assistenziali. In questo caso è stata sospesa l’attività imprenditoriale per l’impiego di 2 lavoratori in nero su 2 presenti. Un secondo cantiere, ancora a Paternò, era privo di parapetti nel ponteggio, non aveva delimitato la zone del montacarichi, oltre alla solita mancanza della sorveglianza sanitaria e delle formazione dei lavoratori. Anche qui è scattata la sospensione dell’attività imprenditoriale per avere impiegato 2 lavoratori in nero su 3 presenti.

Controlli anche a Calatabiano, Trecastagni, Sant’Alfio ed in due chioschi bar ad Acireale in cui erano impiegati 1 lavoratori in nero, con sospesione dell’attività. Lo stesso dicasi per un’ebanisteria sempre ad  Acireale in cui venivano impegnati 3 lavoratori in nero su 8 presenti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Sicilia in zona rossa: i divieti e cosa si può fare

  • Covid, ordinanza di Musumeci: in Sicilia "zona rossa" con maggiori restrizioni

  • Coronavirus, 1587 nuovi casi in Sicilia: a Catania +469

  • Raid punitivo per un commento su "Tik Tok": denunciate quattro donne

  • Coronavirus, Musumeci: "Se dati non miglioreranno, altri 15 giorni di zona rossa e scuole chiuse"

  • Coronavirus, Musumeci: "Allarme contagi da Palermo, Catania e Messina"

Torna su
CataniaToday è in caricamento