Controlli e sanzioni per il bar "Alecci" e il girarrosto "Papale"

Scarse condizioni igienico sanitarie e cibi congelati. Al bar "Alecci" sono state imposte alcune prescrizioni per la pulizia e la tenuta dei locali. Il girarrosto è stato chiuso al pubblico

Ancora controlli da parte della polizia a tutela della salute pubblica. In particolare, personale del commissariato Borgo Ognina è stato impegnato nel controllo di diversi esercizi pubblici di somministrazione alimenti siti nel comune di Gravina di Catania. È stato controllato il Bar “Alecci” di via Gramsci, a Gravina. Come riporta la nota della Questura, il "titolare è stato indagato in stato di libertà per il reato di frode in commercio perché all’interno di un congelatore del locale sono stati rinvenuti alimenti surgelati che non erano indicate come tali nel menù. Inoltre, sempre all’interno della medesima attività, sono state riscontrate scarse condizioni igienico sanitarie nel locale laboratorio: per tale ragione, ai sensi del Regolamento CE n°853/2004, verrà applicata la sanzione amministrativa di euro 1000. Infine, sono state imposte alcune prescrizioni per la pulizia e la tenuta dei locali".

LA REPLICA DEL BAR ALECCI

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Successivamente è stata controllata l’attività di girarrosto denominata “Papale” e, anche in questo caso, il titolare è stato indagato in stato di libertà per frode in commercio poiché nella zona laboratorio, sono stati trovati alimenti surgelati utilizzati per confezionare pezzi di pasticceria in conto terzi, da distribuire presso la Scuola Lombardo Radice di Catania, senza che i consumatori fossero stati informati di questa caratteristica dell’alimento. Esclusivamente in detto locale, attese le scarse condizioni igienico sanitarie riscontrate e vista anche la presenza di numerose blatte, alcune anche di notevoli dimensioni, si è proceduto alla disposizione di chiusura di esercizio ai sensi dell’art. 8 decreto legislativo 30 dicembre 1999 numero 507. Inoltre, sempre allo stesso gestore sarà contestato anche il mancato rispetto del Regolamento di autocontrollo HACCP, per il quale è prevista la sanzione di euro 3 mila euro. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bollo auto 2020 - Come presentare la richiesta di esenzione e rimborso

  • Coronavirus e Dpcm, Musumeci: "Ci permettano di aprire fino alle 23 ristoranti, bar, pizzerie"

  • Conte firma nuovo Dpcm, bar e ristoranti chiusi alle 18: superata ordinanza di Musumeci

  • Coronavirus, coprifuoco dalle 23 e limitazione negli spostamenti: ecco la nuova ordinanza di Musumeci

  • Pronta ordinanza anticovid di Musumeci: coprifuoco dalle ore 23 e scuole superiori chiuse

  • Covid-19: la differenza tra test sierologico, tampone rapido e tampone molecolare

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento