menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Controlli negli esercizi commerciali dell'Aeroporto: cibo sottoposto a sequestro

Rinvenuta anche una partita di carne cotta e non coperta riposta in un contenitore che, vista l'inadeguatezza della conservazione, è stata acquisita dall'Asp con apposito campionamento finalizzato alla ricerca di salmonelle, listeria e cariche microbiche in generale

Non è un periodo facile per l'aeroporto Fontanarossa. Prima i disagi e le continue lamentele per i controlli anti terrorismo che costringono i passeggeri a fare lunghe file per l'imbarco perdendo anche il volo, in alcuni casi. E adesso anche i controlli dell’ufficio polizia di frontiera degli esercizi commerciali presenti dentro l'aeroporto.

A carico di uno di questi, infatti, sono state riscontrate rilevanti irregolarità. E' stata rinvenuta un’ ingente quantità di prodotti surgelati tenuti in cattivo stato di conservazione e che, tra l’altro, così come appurato dai menù riposti sui banconi, veniva venduta come fresca.

IMG-20160406-WA0013-2-2-2Personale dell’Asp, che ha collaborato con gli operatori di polizia intervenuti, ha accertato anche che il cibo sottoposto a sequestro, poiché trovato in pessimo stato di conservazione, aveva più volte subito un processo di congelamento, scongelamento e ricongelamento e ciò in quanto detto esercizio congelava i prodotti in un frigo per gelati che è programmato per la congelazione di alimenti a temperature diverse.

Rinvenuta anche una partita di carne cotta e non coperta riposta in un contenitore che, vista l’inadeguatezza della conservazione, è stata acquisita dall’Asp con apposito campionamento finalizzato alla ricerca di salmonelle, listeria e cariche microbiche in generale.

Al titolare, al quale sono state irrogate significative sanzioni pecuniarie per mancanza di ordine e pulizia, sono state anche imposte numerose prescrizioni volte a ristabilire l’osservanza delle norme igienico sanitarie, come precisa la nota della polizia. Irrogate anche diverse sanzioni poiché alcuni dipendenti sono stati trovati senza il prescritto tesserino Enac necessario per lavorare in aerostazione.

Ultimato l’accertamento, il gestore è stato indagato per i reati di frode in commercio e cattivo stato di conservazione degli alimenti. Gli alimenti venivano sequestrati per la successiva distruzione.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Giardino

Piante: perchè tenere in casa la Dracaena Fragrans

social

Bonus Tv 2021: come richiederlo ed ottenerlo

Sicurezza

Risparmio di acqua ed energia: consigli e sistemi innovativi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cronaca

    Confcommercio Fipe: "Basta dall'1 febbraio riapriamo"

  • Formazione

    Lavoro: le figure professionali più ricercate dalle aziende

  • Meteo

    Meteo, da una inusuale estate all'inverno in solo 7 giorni

Torna su

Canali

CataniaToday è in caricamento