Controlli del territorio anche nei locali di via Teatro Massimo, cibi scaduti sequestrati

E stato denunciato il titolare delle attività “Lollipop” e “La bodeguita del medio” perché ritenuto responsabile dei reati di adulterazione e contraffazione di sostanze alimentari, frode nell’esercizio del commercio, vendita di sostanze alimentari non genuine

Continuano i controlli in centro città e negli itinerari turistici più importanti da parte della polizia e della guardia di finanza. Controllati 61 persone, 27 veicoli, 13 persone sottoposte agli arresti domiciliari, sequestrati 3 ciclomotori ed elevate 4 sanzioni amministrative. Attenzione particolare alla ricerca dei motociclisti sprovvisti di casco protettivo (attività questa che consente soprattutto di porre un freno al fenomeno degli scippi) difatti, sono stati sottoposti a sequestro complessivamente 3 motoveicoli per mancato uso del casco protettivo e di copertura assicurativa e l’importo complessivo delle sanzioni elevate ammonta a circa 5.000 euro.

Nell’ambito dello stesso servizio, è stato arrestato il pregiudicato Vaccalluzzo Salvatore Concetto nato a Catania nel 1993 ivi residente, sottoposto ad obblighi, per il reato di detenzione al fine di spaccio di sostanza stupefacente. In particolare, durante un controllo presso la sua abitazione, gli agenti operanti hanno notato uno spinello e pertanto, anche in considerazione del fatto che il ragazzo aveva numerosi precedenti in materia di stupefacenti, hanno deciso di eseguire una perquisizione domiciliare che dava esito positivo. Rinvenute e sequestrate 22 dosi di marjuana pronte per la commercializzazione, la somma di euro 1200,00 in banconote di vario taglio provento dello spaccio e numerose bustine in cellophane da utilizzare per il confezionamento della sostanza stupefacente. Ultimate le formalità di rito il Vaccalluzzo è stato posto agli arresti domiciliari in attesa della celebrazione del processo con rito direttissimo.

L’attività di controllo ha anche riguardato gli esercizi pubblici del centro storico. Nel corso delle verifiche operate dalla polizia e dal personale dell’Asp degli uffici igiene pubblica e veterinario, a carico dei locali denominati “Lollipop” e “La bodeguita del medio” siti in questa via Teatro Massimo, è stato denunciato in stato di libertà P.A. del 1982, titolare delle attività perché ritenuto responsabile dei reati di adulterazione e contraffazione di sostanze alimentari, frode nell’esercizio del commercio, vendita di sostanze alimentari non genuine e detenzione per la vendita di sostanze alimentari in cattivo stato di conservazione. Venivano altresì elevate sanzioni amministrative per 3500 euro per occupazione oltre il consentito di suolo pubblico, per mancata comunicazione variazione dati e per le riscontrate pessime condizioni dei locali di esercizio.

Il personale del servizio veterinario dell’Asp ha sequestrato prodotti alimentari scaduti utilizzati per la preparazione degli alimenti destinati alla vendita. A cura del laboratorio frodi, è stata operata la campionatura di numerose sostanze liquide utilizzate per la preparazione delle bevande, sequestrate unitamente ai recipienti dal personale della Polizia di Stato procedente, al fine di accertarne la sofisticazione e la presenza di sostanze nocive per la salute pubblica.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, 1587 nuovi casi in Sicilia: a Catania +469

  • Raid punitivo per un commento su "Tik Tok": denunciate quattro donne

  • Covid, nuova ordinanza regionale: ecco le restrizioni

  • Coronavirus, Musumeci: "Allarme contagi da Palermo, Catania e Messina"

  • Coronavirus, Sicilia in zona rossa: i divieti e cosa si può fare

  • Massacrarono di botte un 54enne dopo averlo investito, in carcere due catanesi

Torna su
CataniaToday è in caricamento