Controlli alla movida catanese, 120 persone identificate: un arresto per evasione

Sanzionati anche parcheggiatori abusivi operanti nel centro cittadino. L'importo complessivo delle sanzioni elevate ammonta a circa 6 mila euro

Centro città passato al setaccio nella serata di ieri. Polizia, guardia di finanza e polizia municipale hanno operato alcuni controlli e postazioni di pattugliamento negli itinerari turistici più importanti della città etnea.

I NUMERI DELL'OPERAZIONE. Identificate in tutto 120 persone, controllati 54 veicoli, elevati 15 verbali per violazioni al codice della Strada e controllate 40 persone sottoposte agli arresti domiciliari. Due, infine, le perquisizioni effettuate ai sensi dell’articolo 4, legge 152/75.

Sottoposti a sequestro complessivamente 3 motoveicoli per mancato uso del casco protettivo e di copertura assicurativa. Una particolare attenzione alla ricerca dei motociclisti sprovvisti di casco protettivo è stata posta per mettere un freno al fenomeno degli scippi. È stata inoltre effettuata un’intensa attività di prevenzione ed identificati e sanzionati parcheggiatori abusivi operanti nel centro cittadino con particolare riguardo alle vie interessate dalla “movida”. L’importo complessivo delle sanzioni elevate ammonta a circa 6 mila euro.

ARRESTO PER EVASIONE. In manette è finito il pregiudicato catanese Caruso Giuseppe, 27enne, per evasione e false indicazioni sull’identità personale. L'uomo, controllato in corso Sicilia, forniva agli agenti operanti una data di nascita errata per cercare di evitare l’arresto.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ulteriori accertamenti degli agenti hanno portato a scoprire come Caruso fosse sottoposto agli arresti domiciliari per il reato di furto aggravato e che, in data 4 febbraio era già stato tratto in arresto per evasione. Ultimate le formalità di rito, è stato quindi condotto nelle camere di sicurezza della questura in attesa del rito direttissimo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Reati fiscali, coinvolti nomi della cordata interessata al Calcio Catania: gli arrestati

  • Per ripicca contro il compagno butta il suo cane dal quarto piano: denunciata

  • Coronavirus, l'aggiornamento dei contagi a Catania e in Sicilia al 10 luglio 2020

  • Incidente stradale sulla Palermo-Catania, auto contro tir: morta una donna, grave il figlio

  • Abitazioni minacciate dalle fiamme a Motta Sant'Anastasia

  • Chiusa un'officina abusiva grazie a una segnalazione sull'app YouPol

Torna su
CataniaToday è in caricamento