Sabato, 16 Ottobre 2021
Cronaca

Guardia costiera sequestra a Catania 300 chili di spigole greche

I controlli sulla filiera ittica hanno interessato l'intera Sicilia orientale

La guardia costiera di Catania ha svolto un’attività di controllo sull’intera filiera ittica in tutta la Sicilia orientale, portando a termine oltre 50 ispezioni, con ben 25 mila euro di pene pecuniari e 20 mila chili di prodotti ittici sequestrati. Ad Acireale è stata elevata una sanzione amministrativa a carico di un grande distributore di prodotti ittici, che deteneva all’interno delle celle frigo della propria azienda del prodotto ittico allo stato congelato senza tracciabilità, per un peso complessivo di circa 13.600 chili, risultato non idoneo al consumo umano.

A Riposto è stato denunciato il proprietario di una società di distribuzione di prodotti ittici a causa del cattivo stato di conservazione dei prodotti per un peso complessivo di circa 7000 chili, successivamente dichiarato non commestibile e sottoposto a sequestro. A Catania, invece, il personale della Capitaneria ha proceduto al sequestro di oltre 300 chili di spigole provenienti dalla Grecia, totalmente sprovviste di tracciabilità, trasportate su un furgone isotermico.

I controlli hanno interessato anche le attività di ristorazione. I militari di S. Agata di Militello, hanno denunciato il titolare di un ristorante nel comune di Tusa (Messina), per l’accertato “cattivo stato di conservazione” di circa 30 chili di prodotto ittico, sottoposto a sequestro penale per il successivo smaltimento presso struttura autorizzata. Infine, ad Augusta i militari dipendenti, durante dei controlli al mercato rionale, hanno proceduto al sequestro di 35 chili di pesce privo di documentazione e irrogato la relativa sanzione amministrativa.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Guardia costiera sequestra a Catania 300 chili di spigole greche

CataniaToday è in caricamento