Controlli della polizia a Librino, sanzioni per oltre 22 mila euro

Sono state controllate 11 persone sottoposte alla misura cautelare degli arresti domiciliari. I controlli sono stati estesi anche ad alcuni esercizi commerciali

Ieri pomeriggio, gli agenti del commissariato Librino, insieme a personale del reparto prevenzione crimine Sicilia orientale, con la collaborazione della polizia locale e della guardia di finanza, hanno proceduto a un mirato controllo del territorio, nei principali snodi nelle zone a rischio a più alta densità criminale.

Nel corso del servizio, sono state identificate 38 persone e controllati 451 veicoli, sono state contestate 36 contravvenzioni al Codice della strada, con sanzioni che ammontano a un totale di 22.151,00 euro. Inoltre, sono stati sequestrati 2 veicoli, perchè sprovvisti di copertura assicurativa per la responsabilità civile e sono stati eseguiti 3 fermi amministrativi di motoveicoli, per mancato uso del casco.

Sono state controllate 11 persone sottoposte alla misura cautelare degli arresti domiciliari. I controlli sono stati estesi anche ad alcuni esercizi commerciali: sono stati controllati due chioschi-bar ai quali è stata contestata l’occupazione abusiva del suolo pubblico. In zona Villaggio Sant’Agata, è stato fatto un controllo presso un’officina, dove è stato riscontrato che, il proprietario, un elettrauto, esercitava il proprio mestiere senza iscrizione all’albo degli artigiani.

Inoltre, da controlli effettuati da personale dell’Enel, è stato accertato che, tale officina, aveva un allaccio abusivo con conseguente furto di energia elettrica; pertanto, il titolare è stato denunciato in stato di libertà per furto aggravato. Sempre presso il villaggio Sant’Agata i controlli si sono estesi a una stalla abusiva, dove all’interno è stato trovato un cavallo e un puledro che, fortunatamente, dai primi controlli effettuati dal veterinario, non sono stati rilevati maltrattamenti. Il proprietario è stato invitato presso gli uffici per le contestazioni di un illecito amministrativo, intimando l’immediato trasferimento degli animali in una stalla autorizzata.

Personale della guardia di finanza ha riscontrato in una attività commerciale l’omessa emissione di scontrino e, in un’altra attività, l’omessa revisione periodica del misuratore fiscale con conseguente contestazioni degli illeciti.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nelle immediate vicinanze è stato trovato in un recinto costruito abusivamente su area pubblica, dove all’interno c’era un cane sprovvisto di microchip; non potendo stabilire con certezza chi fosse il proprietario, l’animale è stato portato presso il canile comunale. L’importo totale degli illeciti amministrativi è pari a  euro 8567,60

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Musumeci: "In Sicilia 4 zone rosse, dobbiamo evitarne altre"

  • Lungomare, uomo colto da infarto si accascia e muore

  • Gestivano piazze di spaccio e furti di carburante nel Catanese, 11 arresti

  • Coronavirus: Musumeci avvia la linea del rigore ma con chiusure parziali

  • Aumento esponenziale dei casi di Coronavirus, Randazzo è zona rossa

  • Coronavirus, in Sicilia contagi in aumento (+796): in provincia di Catania sono 211

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento