Controlli e sanzioni per venditori ambulanti lungo il viale Kennedy

In particolare, sono stati controllati due cittadini extracomunitari, venditori ambulanti con merce al seguito, risultati sprovvisti di validi documenti utili all’identificazione

foto archivio

Controlli del commissariato Librino per constrastare l’abusivismo commerciale e la contraffazione nella zona balneare del viale Kennedy. In particolare, sono stati controllati due cittadini extracomunitari, venditori ambulanti con merce al seguito, risultati sprovvisti di validi documenti utili all’identificazione.

Da accertamenti effettuati in seguito presso l’Ufficio Immigrazione della Questura di Catania e presso il locale Gabinetto Regionale di polizia scientifica, è stato accertato che uno dei due venditori ambulanti risultava titolare di permesso di soggiorno a lungo termine, mentre l’altro risultava essere stato espulso nel 2010.

Pertanto, sono stati indagati, uno per mancata esibizione del passaporto o di altro documento d’identificazione, ovvero del permesso di soggiorno o altro documento attestante la regolare presenza nel territorio dello Stato e l’altro per essersi trattenuto irregolarmente sul territorio nazionale nonostante fosse stato espulso nel 2010. Quest’ultimo è stato messo a disposizione del personale dell’Ufficio Immigrazione della Questura di Catania per gli adempimenti di legge. Ai due, inoltre, è stata sequestrata la merce trasportata (dei foulard) e contestato l’illecito amministrativo, in quanto esercitavano la vendita di prodotti non alimentari in forma itinerante senza essere in possesso di alcuna autorizzazione.

Sempre al viale Kennedy, controllata anche una bancarella posta su area pubblica che esponeva in vendita articoli da spiaggia. Al titolare è stato contestato l’illecito amministrativo relativo all’esercizio abusivo su area pubblica dell’attività di vendita di prodotti non alimentari, avendo questi utilizzato la propria autorizzazione alla vendita itinerante per vendere in posto fisso. Sequestro amministrativo della merce esposta e contestazione della violazione al Codice della Strada per occupazione del suolo pubblico senza concessione.

Ulteriore violazione al codice della strada è stata contestata ad altro commerciante, sempre, su viale Kennedy, per occupazione abusiva del suolo pubblico a mezzo di tavoli e sedie (oltre il limite consentito dalla concessione di cui era in possesso) con obbligo di ripristino dei luoghi. I predetti servizi saranno ripetuti fino alla fine della stagione, dal personale del commissariato Librino, al fine di arginare i fenomeni d’illegalità diffusa nella zona degli stabilimenti balneari.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza: la Sicilia diventa zona gialla

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Maltempo, danni ad abitazioni nella zona sud di Catania

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

Torna su
CataniaToday è in caricamento