Controlli e denunce al porto, operai lavoravano senza protezione

Gli avventori della struttura camminavano sotto senza che l’area dell’attività fosse delimitata da una recinzione

La polizia di Catania ha svolto un servizio di controllo presso i cantieri siti all’interno dell'area portuale per la prevenzione sulla sicurezza dei luoghi di lavoro. Gli agenti hanno denunciato il datore di lavoro e il rappresentante legale di una società per violazione in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro, poiché due operai erano saliti sul tetto di una struttura alta oltre 15 metri privi di ogni dispositivo di protezione individuale e operavano senza ponteggi o imbracature. I due soggetti erano intenti a posizionare dei pannelli trasparenti all’interno di guide poste su travi, in una situazione di grave rischio per la propria incolumità e per gli avventori della struttura, che camminavano sotto senza che l’area dell’attività fosse delimitata da una recinzione. Il personale della polizia giudiziaria del porto etneo ha messo fine alla rischiosissima attività, identificando sia gli operai sia il rappresentante legale della società e il datore di lavoro e denunciando il tutto alla autorità competente. La posizione dei soggetti è adesso al vaglio della magistratura.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente stradale, auto si schianta contro spartitraffico: 4 morti

  • Operazione dei carabinieri contro capi clan e affiliati dei “Santapaola-Ercolano”: 31 arrestati

  • Reddito di cittadinanza e falsa disoccupazione: indagata la neomelodica Agata Arena

  • Allerta meteo arancione, scuole chiuse

  • Incidente stradale a Piano Tavola, 4 morti: Procura apre inchiesta

  • Operazione "Black Lotus", alla sbarra 31 affiliati del clan Santapaola-Ercolano

Torna su
CataniaToday è in caricamento