rotate-mobile
Cronaca

Controlli stradali: due denunce per guida in stato di ebbrezza e sotto effetto di sostanze stupefacenti

Giro di vite dei carabinieri di Randazzo nei territori di Bronte e di Maniace. Da inizio anno i militari hanno elevato circa 1.400 contravvenzioni al codice della strada, di cui 200 solo nel mese di settembre

I carabinieri del nucleo operativo - radiomobile della compagnia di Randazzo, in sinergia con i colleghi della stazione di Bronte, hanno effettuato un servizio di prevenzione a “largo raggio” finalizzato al contrasto del fenomeno della guida sotto l’effetto di alcool e droga nei territori dei Comuni di Bronte e Maniace.

In particolare, nel corso dei numerosi controlli su strada, i militari dell’Arma hanno controllato a Maniace un 47enne brontese alla guida di una Volkswagen Golf, che ha mostrato sin da subito sintomi riconducibili al recente abuso di alcol, come confermato dall’alcoltest, a seguito del quale è stato riscontrato un tasso alcolemico nel sangue superiore a 1,5 g/l. I carabinieri hanno pertanto proceduto al ritiro della patente di guida dell’utente della strada, che è stato altresì deferito all’Autorità giudiziaria per “guida sotto l’influenza di alcool”.

Analogamente è scattata la denuncia per guida sotto l’influenza di sostanze stupefacenti nei confronti di un 28enne brontese, che alla guida di uno scooter è rimasto coinvolto in un incidente stradale. All’esito degli accertamenti effettuati presso l’ospedale, il giovane è risultato positivo all’assunzione di cocaina ed oppiacei. Da inizio anno i carabinieri della compagnia di Randazzo hanno elevato circa 1.400 contravvenzioni al codice della strada, di cui 200 solo nel mese di settembre. Negli incidenti stradali più gravi, spesso, sono coinvolte persone che si sono poste alla guida di veicoli sotto l’effetto di alcool o sostanze stupefacenti.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Controlli stradali: due denunce per guida in stato di ebbrezza e sotto effetto di sostanze stupefacenti

CataniaToday è in caricamento