Controlli anti-Covid nelle aziende, due titolari denunciate dai carabinieri

Denunciate una 60enne ed una 41enne, poiché ritenute responsabili di aver violato le norme di contrasto alla diffusione epidemica del Coronavirus

I carabinieri di Randazzo, insieme ai militari del nucleo Ispettorato del Lavoro di Catania, hanno condotto uno specifico servizio volto al controllo del rispetto della normativa sul lavoro e relativa al contrasto alla diffusione epidemica del Coronavirus. Nel corso dell’attività sono state controllate complessivamente tre ditte e sono state denunciate una 60enne ed una 41enne. La prima donna, titolare di una ditta di movimento terra, è stata denunciata per non aver inviato a visita medica preventiva periodica i lavoratori dipendenti, per non aver ottemperato alla formazione in materia di sicurezza sul lavoro e per non aver predisposto la recinzione del cantiere edile. Inoltre sono stati identificati 2 lavoratori in nero per i quali è stata contestata un’ammenda di 3.500 euro ed irrogata la maxi sanzione amministrativa per il lavoro in nero di 7.500 euro. Successivamente i militari hanno continuato l’attività di controllo presso un negozio di abbigliamento, denunciando l’amministratore unico per aver utilizzato strumenti audiovisivi in assenza di autorizzazione. E' stata così applicata una sanzione amministrativa di 400 euro, poiché non erano in possesso del protocollo aziendale anti-covid.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza: la Sicilia diventa zona gialla

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Maltempo, danni ad abitazioni nella zona sud di Catania

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

Torna su
CataniaToday è in caricamento