Cronaca Picanello

Carabinieri feriti ad un posto di blocco: trovati oltre 7 chili di "erba" dopo un inseguimento

Due le persone arrestate. Occultato in un soppalco c'era anche un revolver calibro 10,4 corredato di 13 cartucce e tracce di cocaina, con della sostanza da taglio

I carabinieri del nucleo investigativo del comando provinciale di Catania hanno arrestato il 44enne catanese Cristian Buffardeci ed il 58enne Gaetano Tringale, entrambi pregiudicati, ritenuti responsabili rispettivamente il primo di resistenza a pubblico ufficiale e lesioni personali,ed il secondo di detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio e detenzione di arma clandestina. Nel tardo pomeriggio di ieri, nel corso di un servizio di controllo nel quartiere di Picanello, l’attenzione dell’equipaggio di una pattuglia è stata attirata dalla presenza di Buffardeci, loro vecchia conoscenza per i suoi trascorsi giudiziari, il quale aveva parcheggiato il proprio scooter Honda Sh per entrare successivamente in un appartamento di via Petrella. I militari hanno opportunamente deciso di attendere finché, dopo poco, hanno notato il pregiudicato uscire con circospezione dal palazzo tenendo una busta bianca nelle mani.

L'involucro sembrava contenere qualcosa al suo interno e l'uomo è ripartito a gran velocità. i carabinieri si sono così posti sulla strada intimandogli di fermarsi. Ma questi, invece, ha preferito forzare il blocco colpendo due dei militari, rimasti feriti. Le ricerche avviate anche con personale di rinforzo intervenuto a supporto dei colleghi hanno consentito in brevissimo tempo di rintracciare il fuggiasco in via Francesco Riso che, in quel momento, era accompagnato dal proprio fratello.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
.

Altri colleghi hanno individuato un appartamento sospetto in via Petrella e, dopo averne indentificato il proprietario in Gaetano Tringale, hanno proceduto in sua alla presenza alla perquisizione domiciliare. La ricerca, poi, ha consentito di rinvenire, nascoste all’interno di un armadio, ben 21 buste di cellophane singolarmente confezionate contenenti, complessivamente, 7,3 chilogrammi di marijuana, un bilancino precisione recanti tracce di cocaina ed una sostanza che, solitamente, viene utilizzata per il “taglio” della droga. Gli arrestati, dopo aver espletato le formalità di rito, sono stati associati al carcere catanese di Piazza Lanza.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Carabinieri feriti ad un posto di blocco: trovati oltre 7 chili di "erba" dopo un inseguimento

CataniaToday è in caricamento