Controllo serrato della questura sui locali della movida

Gli agenti della polizia amministrativa hanno riscontrato alcune irregolarità ma anche tanti locali virtuosi

Proseguono i controlli degli agenti della polizia amministrativa della questura etnea sui locali della movida cittadina. Gli agenti hanno passato al setaccio numerosi locali per appurare, in particolare, il rispetto sui requisiti di sicurezza previsti della legge.

In particolare un pub, nei pressi della stazione centrale, aveva iniziato l’attività senza ottenere alcuna licenza né dalla questura né quella relativa alla solidità e sicurezza della struttura. Per una discoteca, della stessa zona, è scattata una denuncia penale per l’inosservanza delle prescrizioni contenute nella licenza della questura e sono in corso ulteriori accertamenti.

Contestazioni meno gravi, ma comunque al vaglio degli agenti, sono stati mossi ad altri locali d’intrattenimento del centro storico catanese e i titolari si dovranno presentare in questura per dirimere alcune mancanze. Però non sono mancati, nell’ambito dei controlli effettuati dagli agenti, i locali virtuosi che rispettano puntualmente tutte le misure di sicurezza, importantissime per preservare la salute dei frequentatori.

L’attività si è estesa anche a Sant’Agata Li Battiati dove sono emerse alcune irregolarità in un centro scommesse e i gestori dovranno presentarsi presso gli uffici di polizia per alcune contestazioni amministrative.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza: la Sicilia diventa zona gialla

  • Maltempo, danni ad abitazioni nella zona sud di Catania

  • Coronavirus, nuova ordinanza di Musumeci: ecco cosa cambia in Sicilia

  • Tromba d'aria su Catania: danni ad abitazioni, alberi caduti e contatori saltati

  • Ritrovato cadavere di un uomo carbonizzato: indagano i carabinieri

  • Un incendio per disfarsi delle cimici, smantellate due piazze di spaccio: 16 arresti

Torna su
CataniaToday è in caricamento