Controllore Sostare preso a pugni: "Trauma facciale e un versamento nell'occhio"

Nella tarda serata di ieri, due uomini hanno aggredito alle spalle un dipendente Sostare dopo essere stati multati per la mancata esibizione del biglietto. Il presidente Luca Blasi: "Atto vigliacco nei confronti di un lavoratore"

Via Vittorio Emanuele, in pieno centro storico di Catania. Ci troviamo all'altezza del civico 53, nell'area tra piazza Duomo e via Landolina, cuore della 'movida' catanese e ormai quartiere dei pub. Due dipendenti Sostare, una donna ed un uomo, controllano le auto lì parcheggiate quando si accorgono che in una di queste manca il bigliettino. La lavoratrice a quel punto segna i dati della macchina ed emette la multa prevista, ma dopo pochi minuti viene raggiunta da un uomo che era appena uscito da uno dei locali della zona. "In modo poco cortese - racconta il presidente di Sostare Luca Blasi a CataniaToday - il soggetto ha chiesto alla nostra dipendente di rimuovere la multa ma, chiaramente, la donna si è rifiutata ed ha spiegato che qualora avesse voluto contestare il provvedimento si sarebbe potuto rivolgere ai nostri uffici l'indomani mattina".

"A quel punto l'uomo va via - continua Blasi - ma dopo pochi minuti torna a bordo di uno scooter con un altro uomo chiedendo alla signora dove si trovasse il suo collega". Unn'è u masculu?, ha chiesto in modo minaccioso l'uomo alla lavolatrice e, nonostante lei si fosse rifiutata di rispondere, spiega ancora il presidente Sostare, dopo aver visto l'altro dipendente poco avanti, l'ha raggiunto e "l'ha aggredito insieme all'altro soggetto, raggiungendolo alle spalle e prendendolo a pugni in faccia". Per poi sparire immediatamente a bordo del mezzo a due ruote. 

Dopo l'aggressione l'uomo ha chiamato la polizia ed è stato raggiunto dagli agenti delle Volanti e della Squadra Mobile che l'hanno suboio soccorso e portato al pronto soccorso del Garibaldi centro. Proprio lì, come racconta ancora Blasi - che si è recato sul posto dopo pochi minuti -  "il personale sanitario ha diagnosticato una prognosi di 10 giorni per trauma facciale e dolore al costato". "Fortunatamente non ha nulla di rotto - continua il presidente - ma questa mattina è stato trasferito al Garibaldi Nesima perché, avendo un versamento all'occhio, i medici vogliono verificare che non ci siano problemi oculistici". Gli agenti di polizia hanno poi raccolto la testimonianza della donna che ha assistito ai fatti, ed hanno raccolto la denuncia verso ignoti.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Non è la prima aggressione a dipendenti pubblici nella nostra città - aggiunge amareggiato Balsi - Abbiamo già visto altri casi, come quelli ai lavoratori dell'Amt. Credo che siano atti vigliacchi in generale ma maggiormente gravi quando vengono attaccati lavoratori nello svolgimento del proprio dovere"."Spero che questi soggetti vengano identificati presto - conclude il presidente - per poter essere puniti come meritano attraverso gli strumenti di uno Stato civile. Ringrazio le forze dell'ordine e in particolar modo la polizia di Stato che prontamente ha dato assistenza sia fisica che morale al nostro operatore".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Musumeci: "In Sicilia 4 zone rosse, dobbiamo evitarne altre"

  • Incidente sulla Palermo-Catania, illeso il cantante neomelodico De Martino: morto un 60enne

  • Incidente stradale sulla Palermo-Catania, scontro tra un furgone e una Porsche: un morto e due feriti

  • Coronavirus, impennata dei contagi in Sicilia (+578) e 10 morti: a Catania 154 nuovi casi

  • Voleva dimagrire, muore dopo una settimana di prodotti sostitutivi: indagati due medici

  • Arrestato anche il secondo rapinatore della gioielleria di via Umberto

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento