Contromano e al cellulare mentre guida: fermata insulta anche i poliziotti

Alle contestazioni dei poliziotti, quindi, è seguita una sequela di maledizioni e malauguri che la signora, pure incurante di aver bloccato il traffico con il suo gesto plateale, ha inteso indirizzare ai poliziotti

Giornata di ordinaria follia, quella di ieri, per gli agenti del commissariato Borgo Ognina: durante l’attività di controllo del territorio, infatti, capita spesso di imbattersi in cittadini che, seppur sorpresi in evidenti condotte illecite, rimangono comunque convinti della correttezza dei loro comportamenti, non esitando ad insultare chi ha la sola colpa d’averli interrotti.

È il caso di una signora che è stata bloccata dagli agenti mentre era alla guida della sua autovettura, in controsenso e con il telefonino all’orecchio. In più, a un approfondito controllo, l’auto da lei condotta è risultata sprovvista di revisione.

Alle contestazioni dei poliziotti, quindi, è seguita una sequela di maledizioni e malauguri che la signora, pure incurante di aver bloccato il traffico con il suo gesto plateale, ha inteso indirizzare ai poliziotti. Ciò, comunque, non l’ha salvata dai rigori che il Codice della Strada prevede in questi casi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Covid, Musumeci: "Negozi chiusi la domenica, non ci possiamo permettere assembramenti"

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Disposizioni anticovid, i carabinieri controllano gli spostamenti tra comuni

  • I soldi della droga per le famiglie dei detenuti: parlano i "libri mastri" di Schillaci

Torna su
CataniaToday è in caricamento