Convegno Acli a Catania: "Le due Italie, la mappa delle disuguaglianze"

Si svolgerà domani, venerdì 13 dicembre 2019 alle ore 16.30, presso il Museo Diocesano di Catania (Via Etnea 8) il convegno organizzato da Acli Sicilia dal titolo “Le due Italie: la mappa delle disuguaglianze e delle fratture”

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di CataniaToday

All’incontro, moderato dal Vice Coordinatore Nazionale Giovani delle Acli, Giovanni Bunoni, dopo i saluti istituzionali del Sindaco del Comune di Catania, Salvo Pogliese e del Presidente delle Acli di Catania, Agata Aiello, interverranno: Paola Vacchina, Presidente Iref Acli – A.D. Enaip; Antonio Scavone, Assessore Regionale della Famiglia, Lavoro e Politiche Sociali; Dario Micalizio, Presidente Forum delle Associazioni Familiari Sicilia; Pippo Di Natale, Presidente Forum Terzo Settore Sicilia; Stefano Tassinari, Vice Presidente Nazionale Acli. Concluderà l’incontro il Presidente Acli Sicilia, Stefano Parisi. Il recente rapporto della SVIMEZ sull’economia del Mezzogiorno presenta il nostro Paese come oppresso dalla zavorra della disparità tra un Nord legato alla locomotiva europea e un Sud radicalmente sottosviluppato. Le ACLI siciliane sentono pertanto il dovere di riflettere a partire dall’attuale situazione economico, sociale e politica del meridione, la quale rischia di allontanare sempre più una parte importante del nostro Paese dal resto dell’Europa. “Le Acli siciliane – afferma il Presidente Acli Sicilia, Stefano Parisi - sanno bene che la battaglia per lo sviluppo del Meridione può essere vinta attraverso un grande investimento progettuale, economico e politico capace di garantire più istituti scolastici, una sanità d’eccellenza, un welfare inclusivo e la cooperazione fra le parti sociali”. “Ecco perché abbiamo deciso di organizzare questo incontro – conclude Parisi – per riflettere e progettare: vogliamo che si avvii un progetto nuovo ed incisivo affinché, nei prossimi anni, la frattura simbolica riportata nel manifesto non diventi insanabile”.

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento