Convocazione presso la presidenza del consiglio comunale: riunione con i capi gruppo dei gruppi consiliari e alcune associazioni di famiglie di bambini disabili per domani, giovedì 20 novembre 2014

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di CataniaToday

Giovedì 20 novembre, alle ore 11.00, è stata convocata dalla presidente del Consiglio Comunale Francesca Raciti una riunione dei Capi gruppo dei gruppi consiliari del Comune di Catania, volta a discutere la creazione di una voce di bilancio destinata a finanziare la figura dell'Assistente alla Comunicazione per gli alunni disabili in condizione di gravità delle scuole materne, primarie e secondarie di primo grado, per il quale a tutt'oggi non è prevista alcuna copertura finanziaria .

La riunione fa seguito all'istanza presentata, anche su suggerimento dell'Assessore Trojano, dalle Associazioni dei genitori dei piccoli disabili AutismoOltre - in persona del presidente Giuseppe Bellomo - , Un futuro per l'autismo - in persona della presidente Venera Caltabiano - e dell'AFPCI (Associazione Nazionale delle Famiglie dei Bambini con Paralisi Cerebrale Infantile) - in persona della referente per la Sicilia Maria Teresa Tripodi, presente anche nella qualità di presidente dell'Associazione Il Sorriso di Riccardo - , che a loro volta parteciperanno all'incontro. La riunione rappresenta un altro importante passaggio del percorso fruttuosamente inaugurato lo scorso 17 giugno con la presentazione al Consiglio Comunale dell'interrogazione a firma della consigliera Elisabetta Vanin, Vice capogruppo del gruppo Con Bianco per Catania, e del Capogruppo Alessandro Porto, volto ad attivare il servizio dell'Assistente alla Comunicazione. In quella sede la Consigliera Vanin, accogliendo le istanze provenienti dalle associazioni dei genitori degli studenti catanesi portatori di handicap in condizione di gravità, ha segnalato la mancata attivazione da parte del Comune di Catania del servizio in questione per gli studenti delle scuole primarie e secondarie di primo grado, prescritto a carico dell'amministrazione comunale dalla legge 104/92, e ha sollecitato l'amministrazione cittadina a porre rimedio a tale inadempienza non accettabile per una città come Catania. Fortunatamente l'amministrazione cittadina non è rimasta sorda a tale richiesta, tanto che da qualche tempo presso la Direzione Famiglia e Politiche Sociali del Comune di Catania è in elaborazione il Regolamento che dovrà disciplinare tale servizio.

A questo punto è auspicio delle Associazioni che i Capi gruppo convocati si facciano carico del problema e, indipendentemente dall'appartenenza politica, cerchino di porre rimedio ad una situazione non più tollerabile per le famiglie dei piccoli disabili e gravemente lesiva del diritto allo studio e all'integrazione sociale dei propri figli, in vista del successivo - e fondamentale - passaggio rappresentato dalla discussione in seno al Consiglio Comunale del Regolamento stesso.

Catania, lì 19 novembre 2014

F.to

Dott. Giuseppe Bellomo - presidente dell'Associazione Autismo Oltre

Dott.ssa Venera Caltabiano - presidente dell'Associazione un Futuro per l'Autismo

Avv. Maria Teresa Tripodi - referente per la Sicilia dell'Associazione Famiglie con Bambini con Paralisi Cerebrale Infantile - AFPCI Onlus e presidente dell'Associazione "Il sorriso di Riccardo"

Torna su
CataniaToday è in caricamento