Crisi nera per la Coop: notificata procedura di esubero per 273 dipendenti

L'azienda ha grosse perdite in tutta l'isola: oltre 100 milioni di euro negli ultimi cinque anni. Prospettata anche la chiusura del punto vendita di San Giovanni La Punta

Nuovi guai in vista per i lavoratori di Coop Sicilia. Ben 273 persone potrebbero perdere il posto di lavoro: l'azienda ha consegnato ai sindacati la comunicazione preventiva di avvio della procedura di mobilità per 273 lavoratori in esubero.

L'azienda, con sede legale proprio a San Giovanni La Punta, ha attualmente in tutta la Sicilia sedici punti vendita e 1068 dipendenti. "Fortemente negativo - dichiarano i vertici della Coop - l'andamento economico a causa dell'aggravamento delle vendite nel 2016 su 194.223.000 euro. Nel 2015 erano pari a 200.255.000 euro, con un risultato netto a consuntivo nel 2016 di -18.602.000 euro. Tutte le misure a oggi adottate - prosegue l'azienda - non hanno sortito gli effetti sperati".

I dati economici dell'ultimo quinquennio hanno registrato una perdita di 102,8 milioni di euro. Prospettata la chiusura di punti vendita di Casteldaccia, Zafferana Etnea, San Giovanni La Punta, Palermo Volontari e Ragusa. Si pensa anche l'accentramento delle funzioni amministrative, attraverso la fusione per incorporazione di Coop Sicilia e Coop Alleanza 3.0.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Sono trascorsi poco più di 4 anni da quando, a seguito della chiusura di Coop 25 Aprile e Coop 1 Maggio e della riorganizzazione con trasferimento di ramo d'azienda in Supercoop Sicilia, un centinaio di lavoratori hanno perso il posto di lavoro. Assistiamo - dice il segretario regionale di Fisascat Cisl Mimma Calabro - a riorganizzazioni interne, chiusure di punti vendita, trasferimenti di personale da una provincia all'altra, cessioni di ramo di azienda da una società a un'altra, fino a questa procedura che lascia l'ennesimo amaro in bocca. Il nostro obiettivo è esclusivamente quello di trovare soluzioni per tutelare l'occupazione".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Musumeci: "In Sicilia 4 zone rosse, dobbiamo evitarne altre"

  • Lungomare, uomo colto da infarto si accascia e muore

  • Gestivano piazze di spaccio e furti di carburante nel Catanese, 11 arresti

  • Aumento esponenziale dei casi di Coronavirus, Randazzo è zona rossa

  • Coronavirus: Musumeci avvia la linea del rigore ma con chiusure parziali

  • Coronavirus, in Sicilia contagi in aumento (+796): in provincia di Catania sono 211

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento