menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
foto Lurlo

foto Lurlo

In via Etnea la presentazione del nuovo coordinamento Fratelli D'Italia-An

"La politica tornerà a parlare alla gente, per strada e non dentro il palazzo". Sono le parole con le quali Manlio Messina presenta il coordinamento provinciale di FdI - AN

"La politica tornerà a parlare alla gente, per strada e non dentro il palazzo". Sono le parole con le quali Manlio Messina, portavoce provinciale di Fratelli d’Italia-AN e strenuo oppositore al consiglio di Catania, presenta il coordinamento provinciale di FdI - AN scegliendo il contatto diretto con la gente: oggi alle ore 10.00, con un banchetto in via Etnea 290.

Con Messina ci saranno il vicepresidente del consiglio comunale di Mascali Alberto Cardillo ed il consigliere comunale di Ragalna Giuliana Salomone.

"Riteniamo che sia fondamentale tornare in mezzo alla gente, nel luogo naturale di aggregazione politica che è la strada, la piazza, la comunità nel senso più umano e vero del termine – afferma Manlio Messina - Ormai da anni lo scollamento tra la politica e i cittadini si avverte in modo drammatico: il territorio della provincia di Catania si è trasformato in un feudo al servizio della peggiore classe dirigente locale e nazionale, ostaggio di signori che credono di avere il diritto di fare e disfare con l’unico scopo di rimanere avvinghiati alla poltrona dentro il palazzo. Fratelli d’Italia-AN, che già rappresenta sul territorio catanese l’unica forza di opposizione all’amministrazione più trasformista della storia, intende invertire la tendenza e tornare a parlare un linguaggio di verità per strada, ascoltando le esigenze dei cittadini e dando a tutti la possibilità di dare una mano".

Contestualmente verrà presentato il Comitato per il NO al referendum costituzionale di ottobre. "Il Comitato per il no che presenteremo sabato – conclude – è la prima iniziativa che vogliamo portare al giudizio dei cittadini: si cerca di stravolgere un impianto costituzionale ad uso e consumo di chi governa (senza essere stato eletto) questo Paese. Gli italiani non lo consentiranno e Catania, città con una antica tradizione di studio del Diritto, darà una grossa mano per evitare questo scempio".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Salute

Probiotici: cosa sono e perchè fanno bene

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CataniaToday è in caricamento