Coppia truffa rivendite tabacchi per ricariche Poste Pay: 2 arresti

Nelle ultime settimane a Grammichele alcuni commercianti sono stati vittime di truffe

I carabinieri di Grammichele hanno arrestato Samuele Monterosso, 18enne e Barbara Cunsolo, 20enne, entrambi di Vizzini, per tentata truffa in concorso. Nelle ultime settimane a Grammichele alcuni commercianti sono stati vittime di truffe.

In particolare il 9 ed il 10 a Grammichele e il 25 ottobre a Vizzini una coppia di giovani si recava in alcune tabaccherie e dopo aver ricaricato con somme dai 10 ai 200 euro, una carta Poste Pay al momento del pagamento, con la scusa di aver dimenticato il portafoglio in auto, si allontanava dileguandosi.

Ieri sera, un pattuglia, allertata da un commerciante, ha bloccato i due in via Raffaelle Failla mentre erano intenti ad allontanarsi da una tabaccheria dopo aver tentato l’ennesima truffa, ricaricando una carta Poste Pay. Gli arrestati, espletate le formalità di rito, sono stati ristretti ai domiciliari, come disposto dall’Autorità Giudiziaria.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza: la Sicilia diventa zona gialla

  • Maltempo, danni ad abitazioni nella zona sud di Catania

  • Coronavirus, nuova ordinanza di Musumeci: ecco cosa cambia in Sicilia

  • Tromba d'aria su Catania: danni ad abitazioni, alberi caduti e contatori saltati

  • Ritrovato cadavere di un uomo carbonizzato: indagano i carabinieri

  • Un incendio per disfarsi delle cimici, smantellate due piazze di spaccio: 16 arresti

Torna su
CataniaToday è in caricamento