Movida “affollata” al Banacher: disposta la chiusura per 5 giorni

I militari hanno accertato che all’interno della pista da ballo non era garantito in alcun modo il distanziamento tra le numerosissime persone intente a ballare che, inoltre, non indossavano le mascherine

La discoteca Banacher di Aci Castello è stata chiusa per cinque giorni per il mancato rispetto delle norme per fronteggiare il diffondersi del Covid-19 dopo un controllo dei carabinieri del nucleo radiomobile della compagnia di Acireale con la collaborazione sul posto di personale dell'Asp di Catania. Durante i controlli militari dell'Arma militari, intervenuti inizialmente all'esterno del locale anche a seguito di richiesta dei gestori in difficoltà nel contenere l'afflusso delle persone che volevano entrare nonostante fosse stato superato il numero consentito. I carabinieri hanno inoltre accertato che nella pista da ballo non era garantito il distanziamento tra le numerosissime persone intente a ballare, quasi tutte senza la mascherina. Gli investigatori hanno contestato al legale rappresentante della societa' che gestisce la discoteca la sanzione di 400 euro e della quella accessoria della chiusura del locale per cinque giorni. I controlli sono stati eseguiti nell'ambito delle disposizioni condivise in sede di Comitato provinciale per l'ordine e la sicurezza pubblica sull'emergenza Covid-19 convocato e presieduto dal prefetto di Catania.

4-16

2-6-9

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mafia: maxi confisca da 31 milioni a Guglielmino, il "re" dei supermercati

  • Coronavirus, morto l'avvocato Ferlito: per lui era stato lanciato un appello ai donatori di plasma

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Covid, Musumeci: "Negozi chiusi la domenica, non ci possiamo permettere assembramenti"

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

  • Disposizioni anticovid, i carabinieri controllano gli spostamenti tra comuni

Torna su
CataniaToday è in caricamento