rotate-mobile
Lunedì, 16 Maggio 2022
Cronaca

Covid, in Sicilia scende il tasso di positività: netto calo di pazienti in terapia intensiva

Sull'Isola individuati 4.776 su 40.897 tamponi. In ospedale 1.199 persone, di cui 69 in area critica dove non si registrano nuovi ingressi. Registrati altri 31 decessi, più di settemila i guariti: diminuiscono gli attuali positivi

Sono meno di 5 mila i nuovi casi Covid in Sicilia nelle ultime 24 ore, precisamente 4.776 su 40.897 tamponi processati, col tasso di positività dell'11,6%. Continua, seppure lentamente, la discesa dei posti letto occupati in ospedale. Secondo il bollettino odierno nelle aree non gravi i ricoverati sono 1.130 (-4), mentre in terapia intensiva restano 69 pazienti (-12) e soprattutto non si registra nessun nuovo ingresso.

Da registrare ancora 31 morti, di questi 21 sono degli ultimi due giorni mentre gli altri sono riferiti a giorni precedenti. Ancora alto il numero dei guariti, 7.182, per cui gli attuali positivi scendono a 230.774 (-1.104 rispetto a ieri). A Palermo sono stati registrati 1.374 nuovi casi, a Catania 1.056, a Messina 964, a Siracusa 596, a Ragusa 429, a Trapani 598, a Caltanissetta 324, ad Agrigento 461 e ad Enna 337.

Costa avvisa: "Ancora presto per togliere le mascherine" | Video

La situazione nel resto d'Italia

Il ministero della Salute ha reso noto, nel report odierno, che i nuovi casi diagnosticati nelle ultime 24 sono 46.169 (ieri 49.040). Si registrano invece 249 decessi (ieri 252). Il totale delle vittime dall'inizio dell'emergenza è di 154.013. Gli attuali positivi calano di 22.195 unità arrivando a 1.199.228. In 69.439 sono stati dichiarati guariti, portando il totale da inizio pandemia a 11.298.010.

Sono 484.530 i tamponi, tra molecolari e antigenici, processati in 24 ore che fanno rilevare un tasso positività pari al 9,5%. Migliora ancora la situazione ospedaliera. Calano i ricoveri di pazienti col virus sia nei reparti ordinari (-402) sia in terapia intensiva (-47). Il totale dei cittadini in isolamento domiciliare è 1.186.26. La regione con il maggior numero di casi oggi è ancora il Lazio con 5.361, davanti alla Lombardia (5.239).

Il Paese intanto imbocca la strada della normalità. Il premier Mario Draghi ha tracciato la rotta scelta dall'Esecutivo per i prossimi mesi: il 31 marzo termina lo stato di emergenza e non verrà prorogato oltre. I colori delle regioni cesseranno di esistere. "Il nostro obiettivo è riaprire del tutto, al più presto", assicura Draghi. Frena, complice la consapevolezza che le restrizioni cadranno e il balletto sul Green pass, la somministrazione delle terze dosi di vaccino. Numeri alla mano, sono ancora circa 10 milioni gli italiani che la aspettano, ma con il ritmo attuale di questi ultimi giorni attorno alle 80mila dosi giornaliere (e il trend fa presagire una ulteriore discesa nelle prossime settimane) saranno necessari almeno altri 4-5 mesi per raggiungere tutta la platea potenziale. In molti decideranno di rimanere con "sole" due dosi. Si dovrà vedere l'impatto poi nel lungo termine.

Il bollettino di oggi giovedì 24 febbraio

  • Nuovi casi: 46.169 (ieri 49.040);
  • Tamponi (antigenici e molecolari):484.530 (ieri 479.447);
  • Decessi: 249 (ieri 252);
  • Ricoverati con sintomi: -402 totale 12.125 (ieri 12.527);
  • Ricoverati in Terapia Intensiva: -47 totale 839 (ieri 886);
  • Ingressi del giorno in terapia intensiva: 56 (ieri 81);
  • Attualmente positivi: -22.195 totale 1.199.228 (ieri 1.221.423);
  • Dimessi/Guariti: 69.439 (ieri 119.280);
  • Totale casi: 12.651.251 (ieri 12.603.758);
  • Totale decessi: 154.013 (ieri 153.764).
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Covid, in Sicilia scende il tasso di positività: netto calo di pazienti in terapia intensiva

CataniaToday è in caricamento