Mercoledì, 22 Settembre 2021
Cronaca

Covid, in Sicilia individuati altri 262 casi: gli ospedali continuano a riempirsi

A Catania sono 40. I tamponi processati nelle ultime 24 ore sono stati appena 7.718 e il tasso di positività è del 3,3%. Secondo il report del ministero della Salute tra reparti ordinari e terapia intensiva ci sono 354 pazienti con il virus mentre ieri erano 328. Si registrano tre nuove vittime

Nelle ultime 24 ore in Sicilia sono stati accertati altri 262 nuovi casi di Coronavirus. I tamponi processati sono stati appena 7.718. Il tasso di positività è quindi del 3,3% (ieri era 6,3%). Lo attesta il report odierno del ministero della Salute. Su scala nazionale i nuovi casi sono 3.190 e il tasso di positività è del 3,8% in aumento rispetto al 3,2 di ieri.

Negli ospedali siciliani, nei reparti ordinari, sono ricoverate 320 persone (ieri 295). Altre 34 sono invece in terapia intensiva con un nuovo ingresso (ieri 33 ricoverati). Complessivamente quindi i pazienti con il Covid nei nosocomi sono 354 (ieri 328).

In isolamento domiciliare ci sono 10.995 persone (ieri 10.891). Gli attuali positivi in tutta la regione sono 11.349 (ieri 11.219), il numero pù elevato tra tutte le realtà italiane alle spalle solo della Lombardia.

Nelle ultime ore si registrano anche tre nuove vittime. I decessi dall'inizio della pandemia sono stati 6.050, mentre in 129 sono stati dichiarati guariti per un totale di 226.404 La divisione dei nuovi casi per provincia: Palermo 75; Messina 6 ; Catania 40; Siracusa 35; Trapani 13; Caltanissetta 72; Agrigento 1; Enna 20; nessun caso a Ragusa.

Come sarà il rientro a scuola

Scuola in presenza per tutti gli ordini, distanziamento e mascherine in classe, ma anche completamento dell'immunizzazione del personale scolastico e massima estensione dei vaccini tra gli studenti: queste le indicazioni del governo Musumeci per la riapertura delle scuole, divulgate oggi da una circolare dell’assessorato regionale all’Istruzione, al termine della riunione della task force regionale, finalizzata a formulare preliminari indicazioni operative alle istituzioni scolastiche e formative della Regione. (L'articolo completo).

Come va la pandemia

La variante delta del Covid spaventa la Cina che ha confinato milioni di persone nelle loro abitazioni e ha effettuato tamponi a tappeto per contenerne la diffusione. Il focolaio sviluppatosi a Nanchino ha prodotto più di trecento casi in dieci giorni in almeno 27 città e diciotto province. Primi lockdown anche a Pechino nei complessi residenziali per contenere quella che è già deonominata come l'ondata peggiore di contagi dall'aprile dello scorso anno, quando venne revocato il lockdown a Wuhan. E proprio la città da cui si è originata la pandemia si è aggiunta all'elenco delle città alle prese con il risorgere del virus.

L'attenzione, però è oggi concentrata sulla località di Zhangjiajie, nella provincia interna dello Hunan, il cui focolaio è stato definito il "ground zero" del contagio: tutto si sarebbe originato da uno spettacolo teatrale a cui hanno partecipato circa cinquemila persone.

Il Covid in Italia

  • Nuovi casi: 3.190, ieri 5.321
  • Tamponi (diagnostici e di controllo): 83.223, ieri 167.761
  • Attualmente positivi: 93.017, ieri 91.350
  • Ricoverati: 2.070 (+116), ieri 1.954
  • Ricoverati in Terapia Intensiva: 249 (+19), ieri 230 di cui 22 nuovi
  • Deceduti dopo un tampone positivo: 128.088 (+20), ieri 128.068 (+5)
  • Dimessi/Guariti: 4.135.930
  • Vaccinati: 32.547.009 persone pari al 60.2% della popolazione con più di 12 anni. Ieri somministrate 231mila dosi, di cui 91mila prime somministrazioni. La campagna vaccinale ha coinvolto ad oggi 2 agosto 2021: il 90% degli over 80, il 85% dei settantenni, e il 76% dei sessantenni, il 68% dei cinquantenni, il 55% dei quarantenni, il 42% dei trentenni e il 38% dei ventenni e il 17% degli adolescenti completamente vaccinati con una doppia dose o con una dose unica di JJ. Sul sito del Governo il report aggiornato dei vaccini. 
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Covid, in Sicilia individuati altri 262 casi: gli ospedali continuano a riempirsi

CataniaToday è in caricamento