Coronavirus, in Sicilia validati quasi 4 mila tamponi: nella provincia etnea 43 nuovi casi

La curva dei contagi in Sicilia rimane stabile, anche nella provincia etnea il dato dei nuovi positivi è correlato al maggior numero dei tamponi effettuati, risultano quindi attualmente contagiate 664 persone

La curva dei contagi in Sicilia rimane stabile con un aumento costante dei casi positivi. Anche se i casi registrati oggi sono 76 in più di ieri, segnando dunque un significativo aumento rispetto alla media dei giorni scorsi, il numero è correlato al numero dei tamponi processati che è più che raddoppiato rispetto a ieri (+3720). Il totale dei casi positivi arriva dunque a 2.835. Attualmente sono ancora contagiate 2.259 persone (+49), 370 sono guarite (+24) e 206 decedute (+3). Continua a scendere il numero dei ricoverati (-14) che arrivano così a 551 di cui 37 in terapia intensiva, due in meno di ieri. Tra gli attualmente positivi rimangono in isolamento domiciliare 1.708 persone (+63). In tutte le province il numero dei ricoverati diminuisce o resta stabile. Anche il dato dei nuovi positivi della provincia etnea, pur rimanendo in media più alto delle altre province, è strettamente legato al maggior numero dei tamponi effettuati. Non deve sorprendere quindi che i nuovi casi salgano a 43. A Catania dunque dall'inizio del monitoraggio sono stati registrati 851 casi mentre 664 sono quelli attualmente contagiati, con 99 ricoverati, 114 guariti (+ 3 rispetto a ieri) e, purtroppo 73 morti (2 in più di ieri). Nelle altre province la divisione degli attuali positivi, così come segnalati dalla Regione Siciliana all'unità di crisi nazionale, è la seguente : Agrigento, 129 (0 ricoverati, 2 guariti e 1 deceduto); Caltanissetta, 113 (16, 15, 10); Enna, 319 (172, 33, 25); Messina, 412 (123, 59, 42); Palermo, 349 (70, 46, 27); Ragusa, 58 (4, 6, 6); Siracusa, 103 (60, 77, 17); Trapani, 112 (7, 18, 5).

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Come leggere i numeri

I numeri vanno letti e interpretati, se si vuole davvero capire come evolve, in positivo o in negativo, un'epidemia. E si rischia di incorrere in particolare in un equivoco, che va spiegato. Quali sono i numeri che vanno analizzati per capire "come sta andando"? Sono prevalentemente due: i decessi, che sono il dato purtroppo più attuale e più correlabile quindi all'andamento della curva epidemica giorno dopo giorno. E poi il numero di casi totali, perché come detto è solo quello che dà conto di aumenti o diminuzioni nei contagi. Ovviamente è molto importante per tutti anche il numero dei guariti, ma è un dato clinico, non epidemiologico: se ad esempio domani ci fossero 300 nuovi casi e guarissero tutti all'istante, facendo un'ipotesi estrema, pur essendo una splendida notizia non cambierebbe nulla sul piano della curva epidemiologica, che risulterebbe in salita di 300 casi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Musumeci: "In Sicilia 4 zone rosse, dobbiamo evitarne altre"

  • Lungomare, uomo colto da infarto si accascia e muore

  • Pronta ordinanza anticovid di Musumeci: coprifuoco dalle ore 23 e scuole superiori chiuse

  • Coronavirus, coprifuoco dalle 23 e limitazione negli spostamenti: ecco la nuova ordinanza di Musumeci

  • Coronavirus, oggi la nuova ordinanza del presidente Musumeci

  • Gestivano piazze di spaccio e furti di carburante nel Catanese, 11 arresti

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento