Coronavirus, in Sicilia molti campioni validati: 35 nuovi casi a Catania, aumentano i guariti

Ancora un alto numero si test processati (3.639), dai 76 nuovi casi di ieri si passa a un +48 di oggi. Nella provincia etnea sono attualmente contagiate 695 persone, nessun decesso registrato oggi

Ancora un alto numero di tamponi processati (3.639), ma nonostante ciò diminuiscono di 28 unità i casi positivi al Coronavirus in Sicilia: dai 76 nuovi casi di ieri si passa a un +48 di oggi (1,3% rispetto ai tamponi validati). Resta alto il numero di guariti, che sono 18, dei pazienti usciti dall'ospedale (16) e contenuto il numero dei deceduti, 2. Questo il quadro riepilogativo della situazione nell’Isola, aggiornato alle ore 17 di oggi (mercoledì 22 aprile), in merito all’emergenza Covid-19. Dall'inizio dei controlli dunque i tamponi effettuati sono stati 58.732, di questi ne sono risultati positivi 2.883. Attualmente sono ancora contagiate 2.287 persone (+28), 388 sono guarite e 208 decedute. Degli attuali positivi, 535 pazienti sono ricoverati - di cui 35 in terapia intensiva (-2) - mentre 1.752 (+44) sono in isolamento domiciliare. In tutte le province il numero dei ricoverati diminuisce o resta stabile. Nella provincia etnea si registrano 35 casi positivi registrati progressivamente dall'inizio dei controlli raggiungendo complessivamente la cifra di 886 casi positivi. Attualmente sono ancora contagiate 695 persone, aumentano i guariti che sono a oggi 114 (4 in più di ieri) mentre il numero dei morti si è fortunatamente fermato a 73. I dati degli attuali contagiati nelle altre province sono i seguenti: Agrigento, 129 (0 ricoverati, 2 guariti e 1 deceduto); Caltanissetta, 115 (15, 16, 10); Enna, 316 (165, 37, 25); Messina, 408 (120, 64, 43); Palermo, 354 (70, 46, 27); Ragusa, 60 (4, 6, 6); Siracusa, 98 (57, 81, 18); Trapani, 112 (5, 18, 5).

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Come leggere i numeri

I numeri vanno letti e interpretati, se si vuole davvero capire come evolve, in positivo o in negativo, un'epidemia. E si rischia di incorrere in particolare in un equivoco, che va spiegato. Quali sono i numeri che vanno analizzati per capire "come sta andando"? Sono prevalentemente due: i decessi, che sono il dato purtroppo più attuale e più correlabile quindi all'andamento della curva epidemica giorno dopo giorno. E poi il numero di casi totali, perché come detto è solo quello che dà conto di aumenti o diminuzioni nei contagi. Ovviamente è molto importante per tutti anche il numero dei guariti, ma è un dato clinico, non epidemiologico: se ad esempio domani ci fossero 300 nuovi casi e guarissero tutti all'istante, facendo un'ipotesi estrema, pur essendo una splendida notizia non cambierebbe nulla sul piano della curva epidemiologica, che risulterebbe in salita di 300 casi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente sulla Palermo-Catania, illeso il cantante neomelodico De Martino: morto un 60enne

  • Incidente stradale sulla Palermo-Catania, scontro tra un furgone e una Porsche: un morto e due feriti

  • Coronavirus, Musumeci: "In Sicilia 4 zone rosse, dobbiamo evitarne altre"

  • Coronavirus, impennata dei contagi in Sicilia (+578) e 10 morti: a Catania 154 nuovi casi

  • Voleva dimagrire, muore dopo una settimana di prodotti sostitutivi: indagati due medici

  • Arrestato anche il secondo rapinatore della gioielleria di via Umberto

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento