Venerdì, 30 Luglio 2021
Cronaca

Coronavirus, Sicilia prima per nuovi contagi (158): a Catania +23

Le vittime sono 6 e il totale dei morti è 5.951. Il numero degli attuali positivi è di 4.908 con una diminuzione di 301 casi

l Covid allenta la presa ma non molla. Se l'anno scorso di questi tempi i contagi in Sicilia si contavano sulle punta delle dita, oggi l'Isola è la regione col maggior numero di contagi giornalieri in Italia: sono 158 nelle ultime 24 ore su 12.465 tamponi, con un tasso di positività dell'1,2%. Dietro ci sono Lombardia (131) e Campania (110), poi tutte le altre regioni registrano meno di cento casi. E ci sono altre 6 vittime.

Le buone notizie arrivano dagli ospedali - i ricoveri ordinari sono 206 (-20 rispetto a ieri) mentre le terapie intensive restano 25 come ieri con nessun nuovo ingresso - e dal numero dei guariti (453) che fanno scendere gli attuali positivi sotto quota 5 mila (4.908). Restano contenuti i contagi nel Palermitano (21), mentre la provincia più colpita è quella di Agrigento (34). Gli altri casi a Catania (23), Messina (1), Siracusa (13), Trapani (5), Ragusa (13), Caltanissetta (21) ed Enna (27).

Il Covid in Italia

Il nuovo bollettino Coronavirus del ministero della Salute registra 951 i positivi al test del coronavirus in Italia nelle ultime 24 ore su 198.031 tamponi, 30 i decessi. Sono 344 i pazienti ricoverati in terapia intensiva (-18 rispetto a ieri) con appena 4 nuovi ingressi mentre i ricoverati con sintomi nei reparti ordinari sono 2.140, in calo di 149 unità.

Secondo il monitoraggio dell'Agenzia nazionale servizi sanitari regionali l'occupazione dei posti letto da parte di malati Covid è calata al 4% sia in terapia intensiva che nei reparti di area non critica di malattie infettive, medicina generale e pneumologia, quindi ben al di sotto delle soglie di allerta che sono rispettivamente del 30% e 40%. Si tratta dal numero più basso dall'inizio del monitoraggio, ovvero dal novembre 2020. In quattro regioni (Basilicata, Friuli Venezia Giulia, Molise e Val d'Aosta) non c'è alcun malato di Covid ricoverato in terapia intensiva, mentre la Toscana è quella con il dato più alto di occupazione in rianimazione (8%). Tuttavia cresce la preoccupazione per la diffusione della variante Delta che entro fine agosto diventerà dominante in Europa, l'Ecdc chiede "Nuove misure". Ma i ritardi nella consegna dei vaccini a mRna provocano ritardi nella programmazione delle regioni.

Il bollettino di oggi mercoledì 23 giugno

  • Nuovi casi: 951, ieri 835 
  • Casi testati:  --, ieri 48575 
  • Tamponi (diagnostici e di controllo): 198.031, ieri 192.882     
  • molecolari:  --, ieri 93057 di cui 787 positivi pari al 0.84% 
  • rapidi:  --, ieri 99825 di cui 47 positivi
  • Attualmente positivi: 68.619, ieri 72.964
  • Ricoverati: 2.140, ieri 2.289 
  • Ricoverati in Terapia Intensiva: 344 di cui 4 nuovi, ieri 362 di cui 10 nuovi 
  • Deceduti dopo un tampone postivo: 127.352, ieri 127.322 
  • Totale casi positivi dall'inizio della pandemia:  4.255.434, ieri 4.254.294 
  • Totale Dimessi/Guariti: 4.059.463, ieri 4.054.008
  • Vaccinati: 16.342.041 persone pari al 30.2% della popolazione con più di 12 anni, 47.166.788 le dosi somministrate ovvero l'93.7% delle 33.699.797 dosi consegnate da Pfizer, delle 5.013.332 consegnate da Moderna e dei 9.672.328 vaccini AstraZeneca e 1.885.606 le monodosi Janssen prodotti da Johnson & Johnson. Sul sito del Governo il report aggiornato dei vaccini. Ieri somministrate 547mila dosi di cui 274mila prime dosi
  • Chi è stato vaccinato. La campagna vaccinale ha coinvolto ad oggi 23 giugno 2021: l'85% degli over 80, il 48% dei settantenni, e il 41% dei sessantenni, il 30% dei cinquantenni, il 18% dei quarantenni, il 15% dei trentenni e il 12% dei ventenni e l'1% degli adolescenti completamente vaccinati con una doppia dose o con una dose unica di JJ.
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, Sicilia prima per nuovi contagi (158): a Catania +23

CataniaToday è in caricamento