rotate-mobile
Martedì, 25 Gennaio 2022
Cronaca

Covid, la Sicilia vicina alla soglia dei quattromila nuovi casi: ricoveri ancora in aumento

Sono 3.963 i nuovi positivi indicati nel report del ministero della Salute, ma dalla Regione precisano che 118 sono relativi a giorni precedenti al 24 dicembre. Considerando questa indicazione e i 55.769 tamponi processati, la positività si attesta al 6,8%. Sono 834 i posti letto occupati in ospedale

Gli ultimi giorni dell'anno scorrono all'insegna della concitazione: la zona gialla è una certezza per la Sicilia, manca solo il "sigillo" dell'ufficialità con la data del cambio di fascia, e il presidente della Regione non esclude l'istituzione di zone rosse per i territori dove il Covid si insinua con più forza. Nel frattempo si assiste alla corsa ai tamponi, con inevitabili disagi negli hub e nelle farmacie, ma anche al riaccendersi delle polemiche sull'obbligo vaccinale e sul green pass. In questo clima arriva l'ennesimo bollettino del ministero della Salute con numeri poco confortanti. Sono 3.963 i nuovi positivi al Covid accertati in Sicilia nelle ultime 24 ore secondo il report. Dalla Regione precisano però che 118 casi confermati e comunicati oggi (inseriti quindi nel resoconto ministeriale ndr), "sono relativi a giorni precedenti al 24 dicembre". Considerando questa indicazione, i nuovi contagi sono 3.845. Sono stati 55.769 i tamponi processati, col tasso di positività che arriva al 6,8%. (Ieri 6% con 55.631 tamponi processati e 3.729 nuovi casi).

I ricoverati con sintomi negli ospedali sono 742 (ieri 703) e sono 92 i letti occupati in terapia intensiva (ieri 89) con sei nuovi ingressi. Complessivamente nei nosocomi col virus ci sono 834 cittadini (ieri 792). In isolamento domiciliare sono al momento in 37.112 (ieri 34.436). E cosi il totale dei positivi in Sicilia arriva a quota 37.946 (ieri 35.228)

I nuovi casi sono concentrati soprattutto nelle province di Catania e Palermo, rispettivamente 846 e 765 contagi. A Messina sono 651; a Siracusa 280; a Trapani 438; a Ragusa 204; a Caltanissetta 273; ad Agrigento 364 e a Enna 260. 
  
Nel report sono indicate 17 nuove vittime, ma secondo quanto precisa la Regione 6 sono da attribuire a ieri, 4 al 28 e altrettanti uno al 27: uno al giorno di Santo Stefano, uno a Natale e uno alla vigilia. I decessi sono stato 7.498 da quando è iniziata l'emergenza. Sono invece 1.346 le persone dichiarate guarite (da inizio pandemia 321.681). 

Nuove zone rosse?

"Abbiamo già fatto quello che dovevamo fare per contenere il virus. Abbiamo dichiarato alcune zone arancioni e non ho difficoltà a dichiarare zone rosse qualora fosse necessario. L'obiettivo è quello di neutralizzare i focolai Covid". E' netto il presidente della Regione, Nello Musumeci, ospite del Tgr Rai Sicilia.

La corsa del Covid, picco di contagi 

Picco massimo della curva epidemica con altri 13.655 nuovi casi registrato nella settimana appena trascorsa - tra il 20 e il 26 dicembre - ed un’ ulteriore crescita del contagio con un incremento di oltre il 47% rispetto alla settimana precedente. L’incidenza cumulativa settimanale è aumentata al valore di 282 nuovi casi ogni 100 mila abitanti. Sono i dati impietosi forniti dal Dasoe della Regione Sicilia, il dipartimento attività sanitarie e osservatorio epidemiologico. (L'articolo completo)

Prenotazioni online per i tamponi

Superlavoro per medici, amministrativi e informatici. Per cercare di velocizzare le procedure di registrazione e ridurre i tempi di attesa, il commissario per l’emergenza Covid, Pino Liberti, invita gli utenti ad effettuare la registrazione on line, attraverso il seguente link: www.testcovid19.it

 “Stiamo lavorando per aprire altri drive in – spiega Liberti – ma ci vorrà qualche settimana. Occorre, di concerto con alcuni sindaci, individuare i siti, assumere il personale necessario e allestire le strutture, prevendendo il supporto della protezione civile o delle associazioni di volontariato. In attesa dell’apertura dei nuovi drive in, invito gli utenti a darci una mano effettuando una registrazione on line. Il caricamento preventivo dei dati ci consentirebbe di velocizzare le procedure e ridurre i tempi di attesa. Altra raccomandazione: è inutile mettersi in fila il giorno dopo il contatto con un positivo o all’indomani di una serata tra amici o parenti. Prima del quarto/quinto giorno il test rapido antigenico non rileverà nulla. La prudenza, con il rispetto rigoroso delle regole, e il vaccino restano gli unici strumenti per difendersi dal virus”.

La situazione in Italia

Il bollettino di oggi registra in tutta Italia 126.888 contagi in più rispetto a ieri, su 1.150.352 tamponi, e 156 nuovi decessi. 

  • Nuovi casi: 126.888 
  • Attualmente positivi: 779.371
  • Ricoverati: 10.866
  • Ricoverati in Terapia Intensiva: 1.226, 41 in più rispetto a ieri con 134 nuovi ingressi nelle ultime 24 ore
  • Deceduti dopo un tampone postivo: 137.247
  • Vaccinati: 48.022.144 persone pari al 88,91% della popolazione con più di 12 anni.
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Covid, la Sicilia vicina alla soglia dei quattromila nuovi casi: ricoveri ancora in aumento

CataniaToday è in caricamento