Cronaca

Coronavirus, due parcheggiatori abusivi continuavano a "lavorare": beccati dalla polizia

E' stata sequestrata loro la misera somma incassata. Si trovavano in via Santa Maria La Grande

Continuano i controlli della polizia per verificare il rispetto delle disposizioni normative recanti misure urgenti per il contenimento della diffusione del Covid-19. Nell’arco delle 24 ore sono state controllate numerose persone richiedendo le certificazioni, nonché 5 esercizi pubblici risultati tutti in regola. Alcune sono state denunciate per inosservanza dei provvedimenti dell’autorità, in quanto uscite dalla propria abitazione senza giustificato motivo.


In particolare, due uomini sono stati sorpresi ad esercitare l’attività di parcheggiatore abusivo anche in totale disprezzo a ogni indicazione di rispetto delle misure sanitarie in via Santa Maria La Grande. Si tratta di S.F., classe 1973, a cui veniva sequestrata la somma di 4 euro e F.S., classe 1971, a cui veniva sequestrata la somma di 5 euro entrambi catanesi, i quali sono stati sanzionati così come previsto dal codice della strada. Inoltre un uomo di 36 anni, residente a Misterbianco, è stato indagato per resistenza a pubblico uffiicale poiché non si è fermato all'alt dei poliziotti che intendevano effettuare il suo controllo, dandosi a una precipitosa fuga a bordo della sua autovettura per le strade del quartiere San Cristoforo. Poi l’uomo è stato bloccato dagli operatori dopo un lungo inseguimento.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, due parcheggiatori abusivi continuavano a "lavorare": beccati dalla polizia

CataniaToday è in caricamento