Cronaca

Guardia di finanza sequestra oltre seimila confezioni di un "falso" sanificante

Le fiamme gialle hanno scoperto un grossista che aveva messo in commercio un prodotto spacciato per igienizzante ma senza averne le caratteristiche né le certificazioni

Sequestrate oltre 6mila confezioni di un prodotto detergente, circa 7mila litri, spacciato per sanificante senza averne le caratteristiche. L'ennesima truffa perpetrata in tempi di coronavirus: l'ha scoperta la guardia di finanza a Bronte durante i controlli effettuati sui prodotti più richiesti in questo periodo come maschere protettive, guanti, gel igienizzanti.

Video | Le immagini dell'operazione

I militari della compagnia di Paternò hanno fatto visita nella sede del commerciante all’ingrosso di detersivi e hanno rinvenuto decine di confezioni di detergente, qualificati sull’etichettatura quali sanitizzante, pronti per l’illecita vendita. Infatti, la capacità battericida (ovvero l’essere in grado di eliminare i virus eventualmente presenti sulle superfici del mobilio e delle suppellettili) deve essere appurata nel corso di approfondite analisi chimiche e comprovata da una specifica autorizzazione ministeriale prima che il prodotto venga immesso in commercio.

L'autorizzazione è fondamentale anche per evitare potenziali rischi per la salute pubblica e per evitare che i clienti vengano indotti in errore a seguito delle false indicazioni riportate sulla confezione. Per tale ragione, i militari hanno proceduto al sequestro della merce ed hanno segnalato il titolare della società all'autorità giudiziaria per frode in commercio. Nel contempo le fiamme gialle stanno procedendo al sequestro del medesimo prodotto già distribuito a diversi clienti sull’isola.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Guardia di finanza sequestra oltre seimila confezioni di un "falso" sanificante

CataniaToday è in caricamento