Coronavirus, il sindaco di Belpasso lancia un appello per aiutare l'avvocato Bandieramonte

“Desidero parlarvi con il cuore in mano – ha detto Daniele Motta - Un mio amico, un nostro concittadino, l'avv. Gaetano Bandieramonte, sta vivendo ore drammatiche a causa del covid. Le sue condizioni sono critiche"

Ogni giorno il sindaco del Comune di Belpasso, Daniele Motta, comunica ai suoi concittadini l’aggiornamento sui numeri ufficiali dell’ASP. La curva dei contagi nel comune etneo non è più ascendente da diversi giorni con il numero dei guariti (157) che ha finalmente superato, stabilizzandosi, quello dei positivi attivi (105).

Il bollettino è sempre accompagnato da una riflessione personale del primo cittadino, particolarmente significativa l’ultima: “Desidero parlarvi con il cuore in mano – ha detto Daniele Motta - Un mio amico, un nostro concittadino, l'avv. Gaetano Bandieramonte, sta vivendo ore drammatiche a causa del covid. Le sue condizioni sono critiche, ma i medici hanno dato una speranza, una trasfusione di plasma. Riporto qui le parole di sua moglie per contribuire a rafforzare il suo appello: "Cari amici, per chiunque di voi abbia contratto in questi mesi il Covid-19 e sia totalmente guarito: abbiamo bisogno di donazioni di plasma nella mattinata di domani già dalle 07.30 (prima é, meglio è) si può donare all' *ospedale POLICLINICO, centro trasfusionale, Padiglione 7, piano 1°* vicino al Pronto Soccorso. Se avete la possibilità di donare il plasma o conoscete qualcuno che possa farlo, chiamateci ai numeri: 3471879695 - 3339174689- 3336252774- 3407868479".

“Invito a donare, per salvare una vita, chiunque rispondesse alle caratteristiche – ha continuato il sindaco. E a tutti, invito alla preghiera, anche e non solo per questa ennesima vita appesa ad un filo ma per l'intera situazione che stiamo vivendo, per tutti noi. Non sappiamo quali siano i piani di Dio ma molte volte Egli sfrutta le circostanze negative, che di certo non provoca Lui, per apportare dei cambiamenti, per poter trasformare queste circostanze in benedizioni. Non ne capiamo la logica, stiamo male, ci sembra ingiusto e talvolta lo è davvero, diamo persino la colpa a Lui per le ingiustizie che viviamo...Personalmente, oltre a svolgere con impegno e dedizione il mio lavoro di sindaco, oggi più che mai decido di affidarmi a Dio e al suo piano, alla sua volontà. È difficile, ma Lui mi dà la possibilità di vedere la luce in fondo al tunnel. Tutti insieme, facciamo salire le nostre preghiere al Padre e intercediamo per Gaetano. Uniamoci spiritualmente per il nostro concittadino e per tutti i positivi del nostro paese e facciamolo con fiducia”. Motta ha infine precisato: “Nel rispetto di tutti i ‘credo’ religiosi che pure rappresento come sindaco, ci sono circostanze come quella che stiamo vivendo in cui non ci può dividere una religione, un credo, un muro di pregiudizi o una semplice formalità, questo è il momento di manifestare Amore l'un per l'altro”. Ricordiamo il numero del Centralino #infocovid, 095/7051213, attivo dal LUNEDÌ al VENERDÌ (9.00/13.00) e il GIOVEDÌ (9.00/18.30).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza: la Sicilia diventa zona gialla

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

  • Disposizioni anticovid, i carabinieri controllano gli spostamenti tra comuni

Torna su
CataniaToday è in caricamento