menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Vigile del fuoco scomparso, Uil: "Dolore e rabbia"

I commenti del sindacato e della deputata regionale Jose Marano dopo la notizia della morte di Giuseppe Coco, vittima del coronavirus

“Oggi, è il tempo del lutto e delle lacrime. Un giorno non troppo lontano, però, qualcuno dovrà spiegarci perché vigili del fuoco come Giuseppe Coco e altri servitori dello Stato, a Catania come altrove, siano rimasti vittime di coronavirus senza avere mai avuto tutte le dotazioni di protezione individuale che sono necessarie in questa emergenza. Noi abbiamo denunciato queste carenze e non smetteremo mai di farlo. Anche questo significa, per noi, avere senso di responsabilità”. Lo dichiarano i segretari generali di Uil e UilPa Catania, Enza Meli e Armando Algozzino, esprimendo “a nome di tutto il sindacato dei cittadini sentimenti di dolore e rabbia per la morte del vigile del fuoco Giuseppe Coco”.

E' intervenuta anche la deputata regionale del M5S Jose Marano: "Esprimo cordoglio e vicinanza alla famiglia di Giuseppe Coco, il vigile del fuoco cinquantenne, scomparso oggi a Catania a causa del covid19. La mia vicinanza va anche ai colleghi, a tutto il corpo dei vigili del fuoco composto da uomini e donne che sono sempre e comunque in prima linea. Una morte che addolora e che deve far alzare il livello di guardia per tutti i lavoratori a “rischio”: per questo chiedo che la Regione disponga tamponi a tappeto per tutti gli operatori che, per servizio, sono a stretto contatto con il pubblico ed esposti a possibili contagi. Così come loro ci tutelano noi dobbiamo tutelare loro, senza se e senza ma”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ristrutturare

Sostituzione infissi: come ottenere lo sconto in fattura

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CataniaToday è in caricamento