Giovedì, 5 Agosto 2021
Cronaca

Coronavirus, niente posti a Palermo: paziente trasferito a Caltagirone

Tampone positivo per un camionista giunto ieri sera in ospedale con un principio di polmonite. L'assessore Razza rassicura: "Normale trasferimento, in Sicilia unica rete"

Nella notte appena trascorsa, nella tenda di pre-triage del Cervello, tampone positivo per un uomo di 55 anni: si tratta di un camionista giunto ieri sera in ospedale con un principio di polmonite. Nel Palermitano però sono già stati esauriti tutti i posti letto di Malattie infettive a pressione negativa e così l'uomo è partito con un'ambulanza dotata di barella di biocontenimento verso l'ospedale di Caltagirone. Appena giunto alla tenda pre-triage e identificato come caso sospetto, è stato eseguito il tampone. Positivo il risultato. Il medico dell'ambulanza ha chiesto di fare la Tac che ha evidenziato focolai polmonari. Dottore e tecnico di Radiologia hanno indossato i dispositivi di sicurezza per eseguire l'esame. La sala Tac - chiusa per essere disinfettata - riaprirà a breve. "E' assolutamente normale che tutti i reparti di malattie infettive della Sicilia rappresentino un'unica rete a disposizione dei ricoveri di tutta la regione. Quindi, è del tutto normale che un paziente possa essere ricoverato in ogni reparto dell'Isola, esattamente come sta avvenendo in ogni parte d'Italia". A dirlo è Ruggero Razza, assessore regionale alla Salute, che aggiunge: "E' in corso all'ospedale Civico un vertice con tutti i manager della provincia finalizzato a individuare aree riservate al ricovero di casi di Coronavirus. Il nostro sistema in questo momento va adeguatamente accompagnato e seguito. Le polemiche non servono a nulla. In queste ore si sta valutando l'adozione di ulteriori provvedimenti". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, niente posti a Palermo: paziente trasferito a Caltagirone

CataniaToday è in caricamento