menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Coronavirus, via alle misure straordinarie: niente abbracci e strette di mano

Anche i catanesi dovranno cambiare stile di vita almeno per 30 giorni. Niente strette di mano, niente abbracci, stop a meeting e congressi, alle manifestazioni, anche a quelle sportive

Via libera al decreto del presidente del Consiglio dei ministri Giuseppe Conte con le nuove misure sanitarie per combattere il contagio del Coronavirus. E' stata disposta una ulteriore stretta sul sistema di prevenzione sanitario, con una serie di indicazioni per i cittadini di tutta Italia, compresa la provincia di Catania.

Le misure per i cittadini

Anche i catanesi, infatti, dovranno cambiare stile di vita almeno per 30 giorni. Niente strette di mano, niente abbracci, stop a meeting e congressi, alle manifestazioni, anche a quelle sportive. Ovviamente anche i tradizionali saluti con i baci sulla guancia sono da considerarsi pericolosi dal punto di vista della trasmissione potenziale del virus. Le partite di calcio, semmai, potranno avvenire solo a porte chiuse. Ma si deciderà nelle prossime ore la soluzione definitiva. Il governo mira anche a potenziare il sistema sanitario, con un aumento del 50 per cento dei posti nelle terapie intensive, quelle più sotto pressione in emergenza coronavirus.

Coronovaris. Fsi-Usae Sicilia: “Conte predisponga aiuti economici per assumere personale sanitario"

Nuovi casi a Catania

Ieri sera è giunta la notizia di nuovi casi a Catania.Coronavirus, paziente in terapia intensiva al Cannizzaro è positivo: chiuso il reparto
Un paziente che era ricoverato nell'Unita' terapia intensiva respiratoria dell'ospedale Cannizzaro e' risultato positivo al Coronavirus. E' stato adesso trasferito nel reparto Malattie infettive dello stesso ospedale. Gli infermieri e i medici che sono entrati in contatto con lui - 8 in totale, in base a quanto confermato dall'azienda ospedaliera - sono stati messi in quarantena e sottoposti a controllo.

Anche un professore della Facoltà di Agraria dell'Università Mediterranea di Reggio Calabria è risultato positivo al test del Coronavirus. Il docente, siciliano, è ora ricoverato a Catania e manca dalle sede dell'Ateneo dal 19 febbraio.
 

Numero verde per il Coronavirus in Sicilia

La Regione Siciliana ha potenziato il Coronavirus, la Regione potenzia il numero verde
numero verde 800.458.787, appositamente attivato dal governo Musumeci per l’emergenza Coronavirus,  con ulteriori 28 linee telefoniche a cui risponderanno medici e volontari della protezione civile. Coronavirus, la Regione potenzia il numero verde
Per non intasare le linee, si ricorda che l’obbligo di comunicazione al sistema sanitario riguarda esclusivamente coloro che provengono dalle zone a rischio attualmente individuate in Cina, Giappone, Corea del Sud e Iran. O da uno dei Comuni italiani indicati nel decreto ministeriale: Bertonico, Casalpusterlengo, Castelgerundo, Castiglione d’Adda, Codogno, Fombio, Maleo, San Fiorano, Somaglia, Terranova dei Passerini (per la Lombardia) e Vò (in Veneto). L'assessorato alla Salute ha predisposto anche un sito dedicato all'emergenza Coronavirus.

 

Potrebbe interessarti: https://www.cataniatoday.it/cronaca/coronavirus-regione-siciliana-numero-verde-.html

Potrebbe interessarti: https://www.cataniatoday.it/cronaca/coronavirus-regione-siciliana-numero-verde-.html
Potrebbe interessarti: https://www.cataniatoday.it/cronaca/ospedale-cannizzaro-chiuso-reparto-terapia-intensiva-3-marzo-2020.html

Coronavirus, paziente in terapia intensiva al Cannizzaro è positivo: chiuso il reparto

Potrebbe interessarti: https://www.cataniatoday.it/cronaca/ospedale-cannizzaro-chiuso-reparto-terapia-intensiva-3-marzo-2020.html
Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ristrutturare

Sostituzione infissi: come ottenere lo sconto in fattura

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CataniaToday è in caricamento