Giovedì, 21 Ottobre 2021
Cronaca

Covid, Razza: "In Sicilia meno ricoveri, in ospedale soprattutto i non vaccinati"

L'assessore regionale alla Salute: "Non so cos'altro si debba raccontare per far comprendere che la vaccinazione è un fatto necessario e indispensabile"

"Il Green pass è una norma nazionale, sta suscitando forti polemiche nel mondo del lavoro. Io ritengo che se si fosse introdotto per i servizi essenziali anche il principio dell'obbligatorietà vaccinale, probabilmente lo Stato avrebbe fatto il proprio ruolo di assumere su se stesso la responsabilità di decisioni che oggi affida soltanto alla volontà individuale". Lo ha detto l'assessore regionale alla Salute della Sicilia Ruggero Razza, stamani a margine di una conferenza stampa a Palazzo Orleans di Palermo.

"Sono convinto che nelle prossime ore comprenderemo se ci saranno novità che vengono dal Governo nazionale sul Green pass nei luoghi di lavoro - ha detto Razza -. Io ritengo che non si debbano scegliere ottusità. Se ad esempio il datore di lavoro vuole decidere di assumere su di sé il costo del tampone, non vedo perchè gli si debba impedire. Rischiamo di fare cose che non si capiscono. Se i datori di lavoro vogliono intervenire essi stessi non ci vedo nulla di strano. Serve mettere in sicurezza il comparto economico dopo 19 mesi di pandemia, trovando quel difficile equilibrio tra libertà individuale, che va sempre garantita, e la libertà di tutti che non può essere limitata dall'esercizio della libertà individuale".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Covid, Razza: "In Sicilia meno ricoveri, in ospedale soprattutto i non vaccinati"

CataniaToday è in caricamento