Coronavirus, Università dona gel igienizzante al carcere di piazza Lanza

E'il risultato di un'intesa fra il direttore dell'istituto, Elisabetta Zito, e Roberto Purrello, direttore del dipartimento di Scienze Chimiche dell'Università di Catania

Ottanta litri a settimana di gel igienizzante per i detenuti e il personale della polizia penitenziaria del carcere di Catania Piazza Lanza. Ad assicurare la fornitura, gratuita, è il Dipartimento di Scienze chimiche dell'Università di Catania, che produce il gel donato all'istituto e messo a disposizione dei reclusi tramite dispenser installati nei piani dei reparti detentivi. L'iniziativa, partita il 16 marzo scorso - come rende noto Gnewsonline, il quotidiano del ministero della Giustizia- è il risultato di un'intesa fra il direttore dell'istituto, Elisabetta Zito, e il capo del dipartimento di Scienze Chimiche dell'Università degli Studi di Catania, Roberto Purrello. "Si tratta di un gesto di attenzione e solidarietà particolarmente meritorio - ha sottolineato la direttrice dell'istituto - in un periodo di così grande emergenza e considerate le grandi difficoltà incontrate dalla Pubblica Amministrazione nel reperimento di tale presidio utile nella prevenzione del contagio da Covid-19, per il quale ringrazio sentitamente il professor Purrello e tutta l'Università di Catania".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Musumeci: "In Sicilia 4 zone rosse, dobbiamo evitarne altre"

  • Lungomare, uomo colto da infarto si accascia e muore

  • Coronavirus, impennata dei contagi in Sicilia (+578) e 10 morti: a Catania 154 nuovi casi

  • Gestivano piazze di spaccio e furti di carburante nel Catanese, 11 arresti

  • Voleva dimagrire, muore dopo una settimana di prodotti sostitutivi: indagati due medici

  • Arrestato anche il secondo rapinatore della gioielleria di via Umberto

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento