Domenica, 19 Settembre 2021
Cronaca

Coronavirus, gli imam propongono: "Nostre moschee per somministrare il vaccino"

L'imam etneo Abdellhafid Kheit: "Lo abbiamo detto sin dall'inizio - spiega - se dovessimo essere chiamati, noi siamo al servizio dei nostri cittadini, a prescindere dalla religione"

Le moschee italiane sono pronte a offrire i propri spazi per le somministrazioni del vaccino anti-Covid. L'iniziativa, che all'estero ha raccolto diversi consensi, piace anche agli imam nostrani, che si dicono lieti di poter donare gli spazi delle moschee e dei centri islamici a uso della vaccinazione, qualora venissero chiamati dalle istituzioni.

"Sarebbe una bella occasione di dialogo interistituzionale, di collaborazione - spiega all'Adnkronos l'imam di Milano, Yahya Pallavicini -. Bisognerà ovviamente individuare le moschee che abbiano una gestione riconosciuta e degli spazi adeguati per ospitare questo servizio. Immagino ci siano dei protocolli di sicurezza sanitaria ancora più rilevanti da rispettare, però, in linea di principio, penso che possa essere una bella iniziativa''.

L'iniziativa è stata condivisa dall'imam di Catania, Abdellhafid Kheit: "Lo abbiamo detto sin dall'inizio - spiega - se dovessimo essere chiamati, noi siamo al servizio dei nostri cittadini, a prescindere dalla religione. Tutta la gente del quartiere potrebbe vaccinarsi nella nostra moschea di Catania, la nostra struttura è grande e avrebbe tutte le caratteristiche per svolgere questo ruolo. Noi siamo a disposizione qualora gli operatori sanitari ritenessero di utilizzare le nostre strutture per l'intera comunità".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, gli imam propongono: "Nostre moschee per somministrare il vaccino"

CataniaToday è in caricamento