menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Spacciatore teneva marijuana in due abitazioni, i"Lupi" lo arrestano

L’analisi della droga sequestrata ha accertato che sarebbe stato possibile suddividere la sostanza stupefacente in oltre 1200 dosi

I carabinieri della “squadra lupi” del nucleo investigativo del comando provinciale hanno arrestato un 29enne di Misterbianco, ma abitante in Motta Sant’Anastasia, ritenuto responsabile di detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio. I militari avevano scoperto la sua attività di “spacciatore a domicilio” dell’uomo che, da incensurato qual era, sfruttava la propria anonimia per trasportare piccole quantità di marijuana direttamente all’acquirente che gli aveva precedentemente commissionato la droga, così da poter dichiarare un uso personale della sostanza stupefacente nel malaugurato caso di un controllo da parte delle forze di polizia. Lo hanno pertanto pazientemente atteso sotto l’abitazione che condivide con la madre nella via Zuara di Motta Sant’Anastasia ma, quando poi hanno notato che si stava allontanando a bordo del proprio scooter per effettuare una consegna, lo hanno bloccato chiedendogli se avesse con sé droga. L’uomo, che da subito ha evidenziato inequivocabili tremori e nervosismo, ha loro risposto di non detenere nulla. I militari hanno trovato il primo involucro con 10 grammi di marijuana del tipo “skunk” nascosto all’interno dei suoi slip.

Estendendo la perquisizione presso l’abitazione dove il ragazzo, alla presenza della madre, ha consegnato spontaneamente alcuni involucri di plastica nascosti all’interno dell’armadio della sua camera da letto, contenenti complessivamente 160 grammi della medesima sostanza stupefacente. I militari hanno deciso quindi di perquisire un’ultra abitazione del ragazzo in via Molise a Misterbianco, ma il giovane ha cercato di far desistere i carabinieri dall’intento asserendo che la stessa fosse in ristrutturazione. Poco dopo, raggiunta l’abitazione e fattovi accesso, i militari hanno trovato nella lavanderia uno zainetto con dentro vari involucri di plastica contenenti 600 grammi circa di "marijuana skunk", il necessario materiale per il confezionamento delle singole dosi ed un bilancino di precisione. L’analisi della droga sequestrata ha accertato che sarebbe stato possibile suddividere la sostanza stupefacente in oltre 1200 dosi. L’arrestato, dopo le formalità di rito, è stato posto agli arresti domiciliari in attesa delle determinazioni dell’autorità giudiziaria.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Bustine di gel di silice - Ecco a cosa servono

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CataniaToday è in caricamento