Mercoledì, 22 Settembre 2021
Cronaca

Corruzione ispettorato del Lavoro. Abramo: "Questi fatti rimettono al centro la questione morale in città"

Il candidato a sindaco di Catania Emiliano Abramo commenta l'operazione svolta, questa mattina, dalla guardia di finanza

"I recenti fatti di cronaca giudiziaria ci mostrano una città vessata da malaffare e corruzione. Elementi questi che, troppo spesso, si sono annidati nelle segreterie politiche di Catania. La misura cautelare che ha raggiunto, fra gli altri, volti noti della politica catanese come l'ex deputato regionale Marco Forzese e l'ex consigliere comunale Antonino Nicotra conferma come il malaffare ha trovato in questi anni naturale collocazione negli ambienti politici". Ad affermarlo è il candidato a sindaco di Catania Emiliano Abramo commentando l'operazione svolta, questa mattina, dalla guardia di Finanza che ha coinvolto nove persone, quattro delle quali arrestate, per corruzione continuata, falsità materiale e ideologica di atti pubblici.

"La vicenda di oggi sommata al Garbage Affair, lo scandalo rifiuti che ha portato agli arresti Orazio Fazio funzionario della direzione Ecologia e Ambiente del Comune di Catania e nell'elenco degli indagati l'ex ragioniere generale Massimo Rosso - continua Abramo - rende ancora più urgente l'appello alla questione morale che già da tempo abbiamo lanciato alla città. Spese pazze alla regione, massoneria, gestione dei rifiuti e bandi misteriosamente disertati, corruzione e malaffare sono drammaticamente il filo rosso che sta attraversando la città di Catania. Nel ribadire un rinnovato sentimento di gratitudine e fiducia nella magistratura - conclude Abramo - pensiamo che la politica debba fare un salto di qualità.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Corruzione ispettorato del Lavoro. Abramo: "Questi fatti rimettono al centro la questione morale in città"

CataniaToday è in caricamento