Un corso di Economia a Siracusa, Unict: "Scelta non comprensibile"

Il direttore generale dell'Ateneo catanese, Lucio Maggio, in una missiva ha manifestato le proprie perplessità in merito all'intenzione di attivare, a Siracusa, corsi di studio decentrati della facoltà di Economia di Messina

L’eventuale attivazione di un corso di studio decentrato in Economia presso la sede di Siracusasembrerebbe porsi in contrasto con quanto prescritto dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca in sede di programmazione e di razionalizzazione dell’offerta formativa universitaria, essendo evidente che tali percorsi di studio andrebbero a sovrapporsi a quelli già attivati dall’Università di Catania, che opera in una sede geografica decisamente viciniore rispetto alla città aretusea”.

E’ quanto dichiarato dal direttore generale dell’Ateneo catanese, Lucio Maggio, in una missiva inviata al direttore generale per l’Università del Miur, dott. Daniele Livon, e per conoscenza al sindaco di Siracusa e al rettore dell’Università di Messina, manifestando le proprie forti perplessità in merito all’intenzione – riportata nei giorni scorsi da numerosi organi di stampa – di istituire ed attivare, nel capoluogo aretuseo, corsi di studio decentrati della facoltà di Economia dell’Università messinese, sin dall’anno accademico 2012-2013.

“Tali notizie – scrive il direttore Maggio – generano qualche perplessità presso questo Ateneo e potrebbero risultare foriere di disinformazione, rispetto alla potenziale utenza territoriale. D’altro canto, è ben noto che gli atenei di Catania e Messina producono già una ricca offerta formativa in ambito economico; il che – in un momento fortemente caratterizzato da manovre di spending review – rende poco comprensibile l’eventuale scelta di consentire l’avvio di tali percorsi di studio”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Per tali ragioni, il direttore generale dell’Università etnea ha invitato l’alto dirigente ministeriale “a vigilare su tale vicenda, in modo che si possa fugare ogni dubbio circa la reale fattibilità di quanto annunciato dai mezzi di informazione, in concomitanza con un sopralluogo per visionare i locali individuati dal comune di Siracusa – effettuato nei giorni scorsi dal preside della facoltà messinese insieme con il sindaco Roberto Visentin”.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Via Capo Passero, agguato a un 33enne gambizzato davanti casa

  • Operazione antimafia dei carabinieri, disarticolato il clan “Brunetto”: 46 arresti

  • Duro colpo ai Brunetto: le dinamiche del clan tra estorsioni, minacce e pestaggi

  • Ritrovato al Maas lo squalo Mako: denunciato il commerciante

  • Coronavirus, in Sicilia tre nuovi casi: +1 nella provincia etnea

  • Sequestrate 15mila bombole di gpl pericolose a una coppia di catanesi

Torna su
CataniaToday è in caricamento