Corso Food Costing in Giordania by Harim Accademia Euromediterranea

Dal 20 al 23 gennaio 2014 Pietro D’Agostino sarà protagonista ad Amman di un corso full immersion di food costing che verterà sulla determinazione dei costi in cucina e su come aumentare la produttività di un ristorante diminuendo le spese

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di CataniaToday

Ritorna in Giordania l’Harim Accademia Euromediterranea di Catania, ente di alta formazione specializzato nel campo del fashion, jewel e global design. Lo fa con un nuovo e importante progetto: un corso intensivo di Food Costing nato in collaborazione con i suoi partner d’oltremare de La Panthera e il prestigioso chef siciliano Pietro D’Agostino.  
Dal 20 al 23 gennaio 2014 Pietro D’Agostino sarà protagonista ad Amman di un corso full immersion di food costing che verterà sulla determinazione dei costi in cucina e su come aumentare la produttività di un ristorante diminuendo le spese. Parteciperanno economi, albergatori, maître, chef, food and beverage manager, responsabili acquisti di grandi catene alberghiere, ristoratori e studenti di cucina delle migliori scuole di Food di Amman, ospitati dall’importante università di cucina giordana JAU.  Il corso spiegherà loro come aumentare i profitti migliorando allo stesso tempo la qualità del servizio; come fare acquisti mirati e attuare strategie per evitare sprechi, sperperi di materie prime e perdite di tempo; come accrescere gli utili ottimizzando l’organizzazione del lavoro; come gestire finanziariamente un ristorante e come effettuare un accurato controllo dei costi.
Parte del corso verterà sulla creazione di menu appropriati per migliorare la redditività nel campo della ristorazione e per massimizzare tempo, lavoro ed energia. Lo chef D’Agostino presenterà infine ai corsisti varie composizioni di piatti, realizzando per loro dei menu ad hoc, utili per una migliore proposta culinaria e per una più efficiente pianificazione aziendale. 

LO CHEF PIETRO D’AGOSTINO
Pietro inizia fin da giovanissimo a distinguersi nel panorama gastronomico: a 21 anni cucina all’Hyde Park di Londra per la regina Elisabetta e i reali inglesi, a 23 anni inaugura il ristorante del Grand Hotel Costa Esmeralda (uno degli alberghi più importanti della Repubblica Costa Rica), a 24 anni prepara presso l’hotel Dorchester della capitale britannica un banchetto per il sultano del Brunei, a 26 anni si imbarca sulla Disney Cruise Line del Walt Disney World Group e a 28 anni diventa l’executive chef del ristorante dell’Hotel Le Meridien Lingotto di Torino dove cucina abitualmente per i giocatori e lo staff dirigenziale della Juventus.
Nel 2003 Pietro ritorna nella sua Taormina per inaugurare uno dei locali più rappresentativi della cultura gastronomica siciliana: “La Capinera”. Consacrato come uno dei migliori ristoranti italiani - tanto da essere stato premiato con le prestigiose “stelle” assegnate dalla guida Michelin - e osannato dalla critica e dai circuiti internazionali più autorevoli, il ristorante è un must per chi è alla ricerca di una cucina orgogliosamente siciliana che esalti i migliori prodotti del territorio.

Torna su
CataniaToday è in caricamento