Corso Indipendenza, via Liguria: potati gli alberi dopo le proteste di un intero rione

"Questo intervento per l’intera municipalità di 'Monte Po-Nesima-Rapisardi-San Leone' rappresenta un importante inizio per avere finalmente un rione degno di questo nome e renderlo accessibile e sicuro a migliaia di famiglie che qui risiedono", dichiara il presidente della V municipalità Orazio Serrano

Il grido di allarme degli abitanti di via Liguria, nei pressi di Corso Indipendenza, è stato raccolto dall’amministrazione comunale che negli scorsi giorni, con grosso impiego di uomini e mezzi, ha eliminato fogliame e rami al centro delle proteste di un intero rione. "Questo intervento per l’intera municipalità di 'Monte Po-Nesima-Rapisardi-San Leone' rappresenta un importante inizio per avere finalmente un rione degno di questo nome e renderlo accessibile e sicuro a migliaia di famiglie che qui risiedono", dichiara il presidente della V municipalità Orazio Serrano.

"Gli interventi di potatura straordinaria degli alberi in via Liguria sono l’ennesimo segnale importante di vicinanza della municipalità e dell’amministrazione comunale alle esigenze del territorio. Parliamo di lavori mai eseguiti dalle precedenti amministrazioni comunali ed oggi il rischio caduta rami è stato definitivamente scongiurato. Tante segnalazioni ci erano pervenute dagli abitanti di via Liguria perché molte piante si trovavano in situazioni di equilibrio precario", si legge nella nota.

"Pini alti oltre dieci metri ed a ridosso delle abitazioni. Tutto il nostro territorio ha bisogno di essere monitorato e controllato e con le risorse a nostra disposizione stiamo facendo tutto il possibile per rispondere alle richieste della gente e verificare la solidità e la salute degli alberi anche nel viale Mario Rapisardi e i Corso Indipendenza. L’obiettivo prioritario della circoscrizione, sin da primo momento del mio insediamento, è dare decoro e vivibilità alla municipalità. I risultati finora ottenuti (apertura del centro polifunzionale e inaugurazione di parco Fenoglietti) mi stanno dando ragione ma la strada è ancora lunga e noi non ci tiriamo indietro", conclude la nota.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Sicilia in zona rossa: i divieti e cosa si può fare

  • Covid, ordinanza di Musumeci: in Sicilia "zona rossa" con maggiori restrizioni

  • Coronavirus, 1587 nuovi casi in Sicilia: a Catania +469

  • Raid punitivo per un commento su "Tik Tok": denunciate quattro donne

  • Coronavirus, Musumeci: "Allarme contagi da Palermo, Catania e Messina"

  • Massacrarono di botte un 54enne dopo averlo investito, in carcere due catanesi

Torna su
CataniaToday è in caricamento