Corso Italia, boati e auto capovolte, per non dimenticare Borsellino

Ieri, l'iniziativa in ricordo di Paolo Borsellino, che ha lasciato più il segno è stata quella messa in atto dal Gruppo Azione e Risveglio (GAR)con un'installazione artistica

Ieri, l'iniziativa in ricordo di Paolo Borsellino, che ha lasciato più il segno è stata quella messa in atto dal Gruppo Azione e Risveglio (GAR). Un'installazione artistica capace di far rivivere a Catania, i terribili momenti della strage di Via D' Amelio. Uno scenario raccapricciante, riprodotto dall'artista Arturo Giusto.

Nel centro del Corso Italia due autovetture semicapovolte e ricoperte di vernice bianca, a rappresentare un terribile incidente. Durante il pomeriggio, proprio nell'ora della strage ( 19 luglio del 1992 alle 16 e 58), a voler ricordare quel tragico momento, altoparlanti hanno riprodotto il boato dell'attentato con 100 kg di tritolo alla vettura di Borsellino. Sono stati azionati monitor con proiezioni random, posti all'interno delle due autovetture che Tribunale e Questura hanno messo a disposizione dell'artista.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Sicilia in zona rossa: i divieti e cosa si può fare

  • Covid, ordinanza di Musumeci: in Sicilia "zona rossa" con maggiori restrizioni

  • Raid punitivo per un commento su "Tik Tok": denunciate quattro donne

  • Coronavirus, Musumeci: "Se dati non miglioreranno, altri 15 giorni di zona rossa e scuole chiuse"

  • Coronavirus, Musumeci: "Allarme contagi da Palermo, Catania e Messina"

  • Massacrarono di botte un 54enne dopo averlo investito, in carcere due catanesi

Torna su
CataniaToday è in caricamento