Mercoledì, 27 Ottobre 2021
Cronaca Via Umberto / Corso Sicilia

Corso Sicilia, lotta contro l'abusivismo commerciale: primi sequestri

Controlli continui da circa una settimana. L'Amministrazione fa sapere che intende scoraggiare gli ambulanti abusivi italiani e stranieri. Attenzionate anche le vie Puccini e Luigi Rizzo, affollate di ambulanti, e anche piazza Grenoble e in via Teocrito

Duecento paia di scarpe e alcune felpe sono state sequestrate ad abusivi di probabile nazionalità senegalese nella zona di corso Sicilia, dopo i controlli da parte della Polizia Municipale. Controlli che, partendo dal centro, fa sapere l'Amministrazione, si estenderanno, a poco a poco, anche al resto della città.

“Nel periodo pasquale – ha detto l’assessore alla Polizia urbana Marco Consoli – avevamo avuto gli organici a ranghi ridotti e in certe zone, come il corso Sicilia, vi era stata una recrudescenza del fenomeno dell’ambulantato abusivo. Non appena la situazione si è normalizzata e abbiamo avuto a disposizione un numero sufficiente di uomini, abbiamo adottato la tecnica dei  controlli continui per provare a scoraggiare gli ambulanti abusivi italiani e stranieri”.

Per tutta la scorsa settimana dunque, si sono succeduti blitz improvvisi e ripetuti, anche nel corso della stessa giornata, da parte dei Vigili urbani. Questi ultimi hanno agito - sotto la direzione del vicecomandante, il colonnello Stefano Sorbino, e sono stati coordinati dal commissario Francesco Caccamo del reparto Polizia commerciale - in particolare nelle vie Puccini e Luigi Rizzo, affollate di ambulanti e anche in piazza Grenoble e in via Teocrito.

Gli ambulanti, italiani e stranieri, si erano dati alla fuga con la loro merce, mentre erano rimasti sul posto gli ambulanti itineranti i quali, pur muniti di autorizzazione,  non possono sostare nei pressi di un’area mercatale. Quelli – in tutto quattro nel corso dei diversi controlli - che si sono rifiutati di allontanarsi, sono stati multati.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Corso Sicilia, lotta contro l'abusivismo commerciale: primi sequestri

CataniaToday è in caricamento