Cronaca Via Umberto / Corso Sicilia

Finanzieri aggrediti in Corso Sicilia, Bianco: "Tolleranza zero"

“È chiaro che a Catania si sta giocando una battaglia importantissima non soltanto per la città ma per l’intero Paese. La Catania illegale, che è comunque largamente minoritaria, si ribella alla quella dei cittadini onesti", ha dichiarato il primo cittadino

Dopo l'aggressione ai militari della Guardia di Finanza che stavano svolgendo un servizio di anti-contraffazione in Corso Sicilia, il sindaco Bianco parla di una città "illegale che si ribella alla città dell'ordine, della Giustizia e della convivenza civile".

"Su certe questioni occorre tenere la linea della tolleranza zero”, ha aggiunto il primo cittadino. “È chiaro – ha detto Bianco – che a Catania si sta giocando una battaglia importantissima non soltanto per la città ma per l’intero Paese. La Catania illegale, che è comunque largamente minoritaria, si ribella alla quella dei cittadini onesti, alla città dell’ordine, della giustizia e della convivenza civile. E le istituzioni, che vogliono far rispettare le regole dello Stato, vengono attaccate”.

“Esprimo dunque – ha concluso Bianco – tutta la mia solidarietà ai militari aggrediti e, con il vicesindaco Marco Consoli, metteremo a disposizione delle altre forze dell’Ordine la Polizia Municipale in modo da creare pattuglie miste, già sperimentate con successo, che possano debellare finalmente questi fenomeni che vanno a tutto danno dei cittadini e dei commercianti onesti che pagano le tasse alla comunità”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Finanzieri aggrediti in Corso Sicilia, Bianco: "Tolleranza zero"

CataniaToday è in caricamento