Il "risveglio" di corso Sicilia, tra degrado e rifiuti: "Chiediamo una task force"

Rifiuti e resti di ogni genere testimoniano la presenza di senzatetto che, dopo aver trascorso la notte trovando un angolino per riposare e dormire, riprendono al mattino il cammino. "Non possiamo voltare le spalle a chi è in difficoltà, occorre istituire una task force" dichiara Salvatore Romano

La foto che pubblichiamo immortala uno dei tanti "risvegli" in corso Sicilia, quando passando la mattina lungo i marciapiedi che costeggiano la strada, si trova di tutto. Rifiuti e resti di ogni genere testimoniano la presenza di senzatetto che, dopo aver trascorso la notte trovando un angolino per riposare e dormire, riprendono al mattino il cammino per trascorrere l'ennesima giornata come vagabondi tra le vie della città.

Scene che, giorno dopo giorno, si ripetono e lungo il corso Sicilia lasciano un'immagine poco edificante per il decoro urbano. Il presidente della prima municipalità, Salvatore Romano, spiega come da tempo il problema è tra le questioni prioritarie nell'agenda del consiglio: "Abbiamo spesso fatto segnalazioni all'assessorato di competenza e la nostra intenzione è quella di cercare un confronto con tutte le forze istituzionali, dalla politica, sia a livello circoscrizionale, che comunale, alle associazioni di volontariato del territorio".

PROSTITUZIONE AL CORSO SICILIA, L'APPELLO DEI RESIDENTI

Il consigliere Giovanni Amato descrive uno scenario poco edificante per i turisti che visitano la città: "L'area appare come un vespasiano a cielo aperto, per non parlare dell'abusivismo selvaggio, i residenti e i commercianti si sentono abbandonati dall'amministrazione centrale, di certo è una cattiva immagine per il turismo".

LA MAPPA DELL'EMARGINAZIONE A CATANIA

Dal punto di vista umano, sottolinea Romano ricordando la situazione che vivono quotidianamente i clochard, "non è possibile voltare le spalle a coloro che non hanno dimora in città. Gli interventi di pulizia vengono effettuati dall'amministrazione, ma spesso chi dorme in strada, trova un giaciglio nel cuore della notte e la mattina passando lungo il corso Sicilia si trova inevitabilmente di tutto".

Quale soluzione adottare allora? "Occorre istituire una task force tra tutte le parti sociali - ribadisce ancora Romano - e trovare locali e immobili per queste persone, in modo da darli in gestione alle tante associazioni di volontariato del territorio, lavorando in sinergia con il comune. Il consiglio della prima circoscrizione, come ribadito sino ad oggi, è pronto al confronto".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Sicilia in zona rossa: i divieti e cosa si può fare

  • Covid, ordinanza di Musumeci: in Sicilia "zona rossa" con maggiori restrizioni

  • Coronavirus, 1587 nuovi casi in Sicilia: a Catania +469

  • Raid punitivo per un commento su "Tik Tok": denunciate quattro donne

  • Coronavirus, Musumeci: "Se dati non miglioreranno, altri 15 giorni di zona rossa e scuole chiuse"

  • Coronavirus, Musumeci: "Allarme contagi da Palermo, Catania e Messina"

Torna su
CataniaToday è in caricamento