Corso Sicilia, rapinano pensionato e lo scaraventano a terra: trovati grazie a telefonino

I due si sono dati alla fuga a bordo di uno scooter. L'anziano ha riportato lievi lesioni al volto e ad una mano, per le quali non è stato necessario l'intervento dei medici. I poliziotti, intervenuti sul posto, hanno recuperato uno smartphone, appartenente ad uno dei rapinatori, riuscendo così a rintracciare i malviventi

Pensionato aggredito da due malviventi in corso Sicilia. Aveva da poco prelevato in banca la propria pensione di 1.300 euro quando Giampiero Trovato, di 30 anni, e Antonio Tringale, di 52 anni, entrambi finiti in manette, hanno assalito e scaraventato il 78enne per terra. I due si sono dati alla fuga a bordo di uno scooter. L'anziano ha riportato lievi lesioni al volto e ad una mano, per le quali non è stato necessario l'intervento dei medici.

I poliziotti, intervenuti sul posto, hanno recuperato uno smartphone, appartenente ad uno dei rapinatori, riuscendo così a risalire a Giampiero Trovato. E mentre la vittima si trovava presso gli uffici della Questura, l'indagato formalizzava una denuncia di rapina del proprio scooter, all'interno del quale dichiarava che c'era lo smartphone.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nel frattempo, un passante consegnava presso il Commissariato di Nesima la patente di guida di Trovato, dichiarando di averla trovata a terra nei pressi di Corso Indipendenza nel rione di San Berillo Nuovo, zona in cui è ubicata l'abitazione di Tringale, il complice durante la rapina. Ed e' stato proprio controllando lo smartphone, che i poliziotti hanno scoperto dei collegamenti tra Trovato e Tringale, pochi minuti prima della commissione della rapina. A questo punto Trovato è stato rintracciato ed accompagnato presso gli uffici della Mobile, dove ha riconosciuto il proprio telefonino ed ha ammesso le proprie responsabilità riguardo alla rapina. Altri agenti si sono catapultati presso l'abitazione di Tringale. L'uomo, accortosi dell'arrivo dei poliziotti, ha tentato di fuggire ma è stato bloccato. Nella sua abitazione è stato trovato il casco utilizzato durante la rapina al pensionato. Entrambi sono stati così arrestati.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bollo auto 2020 - Come presentare la richiesta di esenzione e rimborso

  • Coronavirus e Dpcm, Musumeci: "Ci permettano di aprire fino alle 23 ristoranti, bar, pizzerie"

  • Lungomare, uomo colto da infarto si accascia e muore

  • Conte firma nuovo Dpcm, bar e ristoranti chiusi alle 18: superata ordinanza di Musumeci

  • Pronta ordinanza anticovid di Musumeci: coprifuoco dalle ore 23 e scuole superiori chiuse

  • Coronavirus, coprifuoco dalle 23 e limitazione negli spostamenti: ecco la nuova ordinanza di Musumeci

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento